Alimentare: Sabelli Ascoli, fatturato 1� sem. +10% punta a 70 mln

(AGI) - Ascoli Piceno 16 ago.- Corre il fatturato del Gruppo Sabelli di Ascoli P...

(AGI) - Ascoli Piceno 16 ago.- Corre il fatturato del Gruppo Sabelli di Ascoli Piceno, tra i principali player nazionali nel comparto lattiero-caseario.
L'azienda guidata dal presidente locale di Confindustria Simone Mariani, nei primi sei mesi del 2016 ha superato i 35 milioni di euro di ricavi, registrando una crescita del 10% a valore e del 13,5% a volume. Dati incoraggianti che fanno ipotizzare una chiusura d'anno molto positiva, sopra i 69.325.000 del 2015. Le best performance del marchio Sabelli sono i prodotti gastronomici tradizionali come stracciatella e burrata (che hanno segnare un aumento del 25% a valore e del 27,5% a volume) e la "Linea Premium" dedicata al canale professionale Ho.Re.Ca. (+ 5% a valore, +11% a volume), in particolare la mozzarella per pizza. La strategia aziendale in questa prima parte dell'anno ha visto il lancio della nuova linea senza lattosio con la prima mozzarella in Italia da banco gastronomia. Prossimamente la linea senza lattosio si arricchira' di nuove referenze, che fanno ipotizzare una chiusura dell'anno superiore alle attese, con un traduardo che dovrebbe posizionarsi oltre i 70 milioni di euro di fatturato. Obiettivo che dovrebbe essere raggiunto grazie anche ad una maggiore presenza dei prodotti Sabelli all'estero, con una creazione di una rete di vendita mirata. L'internazionalizzazione del caseificio, iniziata con prodotti studiati per il gusto europeo e un nuovo packaging, rientra in questa strategia che vede ora una sempre piu' forte partecipazione aziendale alle fiere di settore nazionali e internazionali. Dopo la prima partecipazione a CIBUS nel marzo 2016, Sabelli si prepara a SIAL 2016 nello stand dell'ICE-Agenzia per la promozione all'estero. "L'appuntamento di Parigi dal 16 al 20 ottobre prossimi - dicono dall'azienda - e' sia un'azione di brand identity all'interno del comparto lattiero-caseario, sia un passaggio fondamentale per l'incontro con buyer, stakeholders e importatori di multinazionali alla ricerca di private label Made in Italy. Proprio per la forte spinta di internazionalizzazione, il caseificio punta alla fine del 2016 ad ottenere la Certificazione di processo internazionale BRC (British Retail Consortium) che e' lo standard globale specifico per la qualita' e la sicurezza dei prodotti agroalimentari proposti ai consumatori, e che permettera' di accedere a tutti i mercati esteri." Sabelli Spa e' un'azienda di produzione casearia che da lavoro diretto a 150 dipendenti (180 nel periodo estivo) e seleziona le materie prime per la sua produzione lattierio-casearia da 200 fattorie del territorio marchigiano e abruzzese, 70 delle quali operano nei parchi naturali del Gran Sasso e dei Monti Sibillini.(AGI)
Ap1/Bru