Xylella: Coldiretti, allarme in Lombardia, piante in quarantena

(AGI) - Milano, 27 mar. - Allarme 'Xylella' in Lombardia: lamalattia che ha colpito gli ulivi pugliesi sarebbe arrivataanche al Nord. Stando a quanto riferisce la Coldirettilombarda, sono in corso analisi del servizio fitosanitariodell'ente regionale per i servizi all'agricoltura e foreste sualcune piante appartenenti a un lotto, indicato come infetto,arrivato dal Costa Ricaattraverso l'Olanda. I controlli - silegge in una nota - riguardano sia vivai che alcune areepubbliche dove erano presenti le essenze sudamericane. A quantorisulta alla Coldiretti Lombardia, le piante sono state messein quarantena e alcuni esemplari sono stati

(AGI) - Milano, 27 mar. - Allarme 'Xylella' in Lombardia: lamalattia che ha colpito gli ulivi pugliesi sarebbe arrivataanche al Nord. Stando a quanto riferisce la Coldirettilombarda, sono in corso analisi del servizio fitosanitariodell'ente regionale per i servizi all'agricoltura e foreste sualcune piante appartenenti a un lotto, indicato come infetto,arrivato dal Costa Ricaattraverso l'Olanda. I controlli - silegge in una nota - riguardano sia vivai che alcune areepubbliche dove erano presenti le essenze sudamericane. A quantorisulta alla Coldiretti Lombardia, le piante sono state messein quarantena e alcuni esemplari sono stati portati nellaboratorio fitosanitario di Minoprio, in provincia di Como. Sitratta di piante del genere Coffea arabica, della famigliadella rubiaceae, che vengono usate come verde ornamentale.Oltreagli ulivi, la Xylella attacca la vite, gli agrumi, glioleandri, il prugno, il mandorlo, provocando la necrosi internadei canali linfatici e quindi la morte della pianta - si legge- . Coldiretti e l'associazione florovivaisti di Milano Lodi eMonza Brianza stanno avvisando le aziende agricole di alzare illivello di allerta, di evitare di tenere nei propri spazipiante di caffe' in arrivo dal Sudamerica o dall'Olanda e diavvisare subito gli uffici zona della Coldiretti e il serviziofitosanitario della regione Lombardia. "La prevenzione - spiegaEttore Prandini, presidente di Coldiretti Lombardia - e'fondamentale per garantire la sicurezza del nostro patrimonioverde e agricolo. Dobbiamo impedire che l'epidemia raggiunga inostri territori, dove abbiamo una produzione di alta qualita'sia di vino che di olio, oltre che un importante compartoflorovivaistico". (AGI)Red/Fed