Violenza donne: "In un giorno qualunque", il film denuncia

(AGI) - Milano, 25 nov. - "In un giorno qualunque" e' il titolodel cortometraggio diretto e curato da Marilu' Manzini,modenese di nascita ma milanese d'adozione, con il qualel'artista vuole dare il suo contributo alla campagna disensibilizzazione contro la violenza sulle donne, che oggicelebra la sua giornata. I protagonisti del cortometraggio sonouna donna, interpretata dall'attrice Francesca Tasini, e ilbambino che porta in grembo, frutto della violenza subita. Ilfilo conduttore del film e' la sete di vendetta della donna neiconfronti di tutto l'universo maschile, una trama intensa chearriva direttamente al cuore di

(AGI) - Milano, 25 nov. - "In un giorno qualunque" e' il titolodel cortometraggio diretto e curato da Marilu' Manzini,modenese di nascita ma milanese d'adozione, con il qualel'artista vuole dare il suo contributo alla campagna disensibilizzazione contro la violenza sulle donne, che oggicelebra la sua giornata. I protagonisti del cortometraggio sonouna donna, interpretata dall'attrice Francesca Tasini, e ilbambino che porta in grembo, frutto della violenza subita. Ilfilo conduttore del film e' la sete di vendetta della donna neiconfronti di tutto l'universo maschile, una trama intensa chearriva direttamente al cuore di chi lo guarda. "Questo e' unomaggio al film 'un giorno di ordinaria follia' - sottolinea laManzini - , visto nella sua angolazione femminile. Ilcortometraggio e' molto forte, volutamente forte eprovocatorio, per mettere in risalto il problema della violenzasulle donne. All'inizio si manifesta la violenza dellaprotagonista nei confronti degli uomini che incontra 'in ungiorno qualunque' per strada, mentre alla fine del film sicapisce che la vera vittima era la protagonista stessa". Ilcortometraggio verra' presentato a Milano il 3 dicembre pressoil Deposito54, dalla stessa regista. La Manzini e' un artistapoliedrica che spazia dalla scrittura alla fotografia, dallapittura alla scultura. Le sue passioni piu' forti, l'arte e lascrittura, si fondono continuamente dando vita a un percorsocreativo eclettico e poliedrico. (AGI)Fea