Tumori: Lorenzin al Cnao di Pavia, nel 2015 altre cure innovative (3)

(AGI) - Milano, 5 mar. - Il presidente del Cnao, ErminioBorloni, ha dichiarato che "dal 2011 il nostro Centro hatrattato con l'adroterapia circa 500 pazienti oncologici chenon avevano altra possibilita' di cura, ma potrebbe accoglierefino a 1000 pazienti all'anno. E' importante quindi che questaterapia sia inserita neiLivelli essenziali di assistenza e messa a disposizione ditutte le persone che ne hanno bisogno. Grazie alla nostratecnologia, che ha gia' ottenuto la marchiatura CE e hasuperato ogni test di sicurezza richiesto dal ministerodella Salute, siamo gia' pronti per partire con nuove terapieper

(AGI) - Milano, 5 mar. - Il presidente del Cnao, ErminioBorloni, ha dichiarato che "dal 2011 il nostro Centro hatrattato con l'adroterapia circa 500 pazienti oncologici chenon avevano altra possibilita' di cura, ma potrebbe accoglierefino a 1000 pazienti all'anno. E' importante quindi che questaterapia sia inserita neiLivelli essenziali di assistenza e messa a disposizione ditutte le persone che ne hanno bisogno. Grazie alla nostratecnologia, che ha gia' ottenuto la marchiatura CE e hasuperato ogni test di sicurezza richiesto dal ministerodella Salute, siamo gia' pronti per partire con nuove terapieper i melanomi oculari e per i tumori al polmone e pediatrici.Su questo punto attendiamo solo l'autorizzazione dell'IstitutoSuperiore di Sanita'". L'efficacia dell'adroterapia nella cura dei tumori trovariscontro nella letteratura scientifica internazionale: unaricerca pubblicata a febbraio su Lancet Oncology ha preso inesame 8000 pazienti trattati con adroterapia al NationalInstitute of Radiological Sciences (Nirs) di Chiba in Giappone.E' emerso che l'adroterapia ha consentito di ottenere risultaticlinici superiori, rispetto alle altre terapie come laradioterapia ai raggi X, in termini di sopravvivenza deipazienti e di efficacia nella distruzione delle celluletumorali e nel contrasto allo sviluppo di molti tumori. Inparticolare la sopravvivenza dei pazienti con forme avanzate ditumore al pancreas, trattati con adroterapia, e' stata doppiarispetto ai migliori risultati ottenuti con la tradizionaleradioterapia. Per il tumore alla prostata ad alto rischiol'adroterapia e' risultata efficace nell'80% dei casi, megliodi ogni altro metodo cura disponibile. Dallo studio e' infineemerso che l'adroterapia e' il miglior trattamento possibileper i sarcomi ossei, rendendo possibile, ad esempio, unasopravvivenza dell'86% a 5 anni dalla diagnosi per i pazienticolpiti da cordoma del sacro, malattia ad altissima mortalita'e considerata incurabile. (AGI)Red/Dan