Terrorismo: trovato dopo 40 anni 'covo' Br a Milano, pm indaga

(AGI) - Milano, 8 lug. - La Procura di Milano ha aperto un fascicolo d'inchiesta...

(AGI) - Milano, 8 lug. - La Procura di Milano ha aperto un fascicolo d'inchiesta a 'modello 45' (senza indagati ne' ipotesi di reato) sulla scoperta dell'ultimo covo delle Brigate Rosse da parte degli operai che lavoravano alla ristrutturazione dell'ospedale Policlinico di Milano. In un'intercapedine del sottotetto, come raccontato oggi dal quotidiano 'Repubblica', e' stato trovato un fascicolo con sull'intestazione una stella a cinque punte, simbolo della formazione protagonista degli 'anni di piombo'. Sul contenuto dei documenti ora stanno indagando il procuratore aggiunto Maurizio Romanelli, capo del pool antiterrorismo, e i carabinieri del Ros e del Nucleo Informativo. In particolare, dalle carte sono emersi collegamenti sulla gambizzazione ai danni dell'avvocato democristiano Massimo De Carolis colpito nel suo studio milanese nella primavera del 1975, da un gruppo di brigatisti. Dai muri dell'ospedale e' spuntato proprio il tesserino di riconoscimento del deputato oltre a rivendicazioni e documenti inneggianti alla lotta armata. Gli inquirenti, che hanno cominciato ad analizzare gli archivi dell'epoca, vogliono capire se l'attentato a De Carolis potesse essere legato alla cosiddetta 'brigata ospedaliera, quella che ammazzo' il giovane medico Luigi Marangoni, all'epoca direttore sanitario del Policlinico. (AGI)
Mi2/Car