Stalking: perseguita connazionale, un anno e sei mesi ad albanese

(AGI) - Bergamo, 14 mar. - Rifiutato da una donna era diventatotalmente insistente che i carabinieri erano arrivati al puntodi scortare la ragazza dal lavoro a casa. Ma nemmeno questo hascoraggiato il persecutore, che e' arrivato al punto diaggredire i militari. Lo stalker e' un albanese trentenne diCrema che da mesi perseguitava una connazionale residente aCaravaggio, nella Bergamasca. Quando lei lo aveva rifiutatol'uomo aveva rivolto le sue insistenze sul padre della donna e,quando anche questo era risultato inutile, era arrivato aminacciarla di morte. Per questo i carabinieri accompagnavanola donna nel

(AGI) - Bergamo, 14 mar. - Rifiutato da una donna era diventatotalmente insistente che i carabinieri erano arrivati al puntodi scortare la ragazza dal lavoro a casa. Ma nemmeno questo hascoraggiato il persecutore, che e' arrivato al punto diaggredire i militari. Lo stalker e' un albanese trentenne diCrema che da mesi perseguitava una connazionale residente aCaravaggio, nella Bergamasca. Quando lei lo aveva rifiutatol'uomo aveva rivolto le sue insistenze sul padre della donna e,quando anche questo era risultato inutile, era arrivato aminacciarla di morte. Per questo i carabinieri accompagnavanola donna nel tragitto tra il lavoro e la casa. In una di questeoccasioni, proprio dopo che la donna era arrivata al garage dicasa e i militari se ne stavano andando, questi ultimi hannosentito un grido: la ragazza aveva trova il suo persecutorenascosto nel garage. I carabinieri sono intevernuti e ne e'nata una colluttazione nel corso della quale un maresciallo e'rimasto ferito. Ora l'uomo ha patteggiato una pena a un anno esei mesi di reclusione per stalking e lesioni personali alladonna (giudicata guaribile con prognosi di tre settimane),oltre che resistenza e lesioni a pubblico ufficiale (erarimasto ferito un maresciallo). (AGI)Bg1