Smog: da febbraio 'stretta' su ingressi 'Area C' Milano

(AGI) - Milano, 10 ott. - Nuove misure per ridurre il traffico a Milano, anche i...

(AGI) - Milano, 10 ott. - Nuove misure per ridurre il traffico a Milano, anche in vista dei problemi alla viabilita' per la realizzazione della quarta linea della metropolitana. Le disposizioni decise da Palazzo Marino riguardano innanzitutto i bus turistici che invece di pagare 5 euro l'ingresso nella zona a traffico limitato, area C, come tutte le auto, pagheranno da 100 a 200 euro. Il sindaco Giuseppe Sala, assieme all'assessore alla mobilita' Marco Granelli, ha illustrato i provvedimenti che dovranno poi essere approvati con la delibera di giunta. E che saranno operativi da febbraio. Con queste misure, spiegano, "ci saranno 7mila ingressi in meno al giorno, un -8 per cento". La stretta riguarda un po' tutti ad eccezione dei veicoli elettrici, ibridi. I veicoli euro 3 diesel, per i quali adesso e' previsto l'accesso solo per i residenti, dal 2017 avranno a disposizione 40 ingressi da usare entro il 15 ottobre. Da quella data non potranno piu' entrare. Per le auto euro 4 diesel (senza filtro anti-particolato) usati per il trasporto persone, il divieto di accesso partira' da febbraio 2017 con deroga esclusiva per residenti, forze dell'ordine, bus turistici fino al 15 ottobre 2018. Quanto ai veicoli euro 4 diesel (senza fap) per il trasporto di cose, il divieto di accesso all'area C scattera' a partire dal 15 ottobre 2017. Le nuove misure riguardano anche le auto Gpl e metano, fino a oggi esentate, e che invece pagheranno il ticket di ingresso a partire da febbraio 2017.
"Era evidente che la m4 avrebbe portato delle difficolta' - interviene il sindaco -. Ora c'e' da capire cosa c'e' da fare. Non esiste la bacchetta magica, bisogna associare azioni di lungo termine per ridurre il numero delle auto in circolazione ad azioni a breve termine per gestire il problema".
"Abbiamo definito una fascia, dalle 8 alle 10 - spiega Granelli - che e' quella di maggior congestione nella quale non potranno entrare i mezzi per il carico e scarico merci a eccezione di quelli elettrici e di quelli, che sono pochi, circa 250, che devono consegnare le derrate urgenti. I bus turistici pagheranno 100 o 200 euro per entrare in area C e per avere uno spazio di sosta. A fine 2017 queste manovre permetteranno in area C di diminuire di un 30 per cento l'impatto sullo scarico del pm10". In pratica la misura che riguarda i bus turistici e' attiva dal lunedi' al venerdi' dalle 7:30 alle 19:30. E prevede il pagamento di 100 euro per gli euro 5 o superiori. E di 200 euro per gli euro 4. Queste somme danno diritto anche a 5 ore di sosta. (AGI)
Cre
Cre