Ruby: pm Fiorillo, confermato su notte Questura dissi la verita'

(AGI) - Milano, 11 mar. - Il giorno dopo la sentenza dellaCassazione che assolve Silvio Berlusconi per il 'caso' Ruby, ilpm Annamaria Fiorillo ribadisce di avere detto la verita' suquanto accadde la notte del 27 maggio 2010 nella Questura diMilano quando la giovane marocchina venne affidata allaconsigliera regionale Nicole Minetti. "Come magistrato - silegge nella nota diffusa dal pm del Tribunale dei Minori -ritengo fisiologico al sistema che vi possano essere decisionicontrastanti nei diversi gradi di giudizio. In particolare, percio' che riguarda il verdetto definitivo della Suprema Corte, lascio ad esperti

(AGI) - Milano, 11 mar. - Il giorno dopo la sentenza dellaCassazione che assolve Silvio Berlusconi per il 'caso' Ruby, ilpm Annamaria Fiorillo ribadisce di avere detto la verita' suquanto accadde la notte del 27 maggio 2010 nella Questura diMilano quando la giovane marocchina venne affidata allaconsigliera regionale Nicole Minetti. "Come magistrato - silegge nella nota diffusa dal pm del Tribunale dei Minori -ritengo fisiologico al sistema che vi possano essere decisionicontrastanti nei diversi gradi di giudizio. In particolare, percio' che riguarda il verdetto definitivo della Suprema Corte, lascio ad esperti neutrali il compito di commentare lacorrettezza della prospettazione iniziale e della successivaconfigurazione giuridica dei fatti contestati, nonche' glieffetti sul giudicato prodotti dalle modifiche introdotte dallaLegge Severino al reato di concussione". "Al di la' dellequestioni giuridiche - prosegue Fiorillo - come testimone deifatti per i quali sono stata chiamata a deporre nel processo,desidero evidenziare che tali fatti sono da ritenersicomprovati essendo stati confermati nel loro accadimento anchedalla Corte di Cassazione. In altre parole i fatti sono veri edi questa verita' occorre che ciascuno assuma consapevolezza".Fiorillo aveva raccontato in aula, sentita come teste nelprocesso di primo grado, che quella notte ordino' di affidarela minorenne a una comunita' di accoglienza. (AGI)Mi2/Car