Patenti col trucco: Milano, telecamera e radio per superare test

(AGI) - Milano, 5 mar. - Una truffa ai danni dellaMotorizzazione Civile che andava avanti da tempo, e che secondogli agenti del commissariato Bonola di Milano e' servita agarantire un elevato numero di patenti falsando gli esami.L'hanno scoperta i poliziotti che hanno arrestato ieri duecittadini egiziani e un cittadino pakistano che, grazie a unaricetrasmittente, una mini telecamera e una camicia con un foroin posizione strategica, riuscivano a truccare i risultati deitest di ammissione per ottenere la patente di guida. L'indaginee' nata da un controllo casuale: gli agenti hanno notato i tre

(AGI) - Milano, 5 mar. - Una truffa ai danni dellaMotorizzazione Civile che andava avanti da tempo, e che secondogli agenti del commissariato Bonola di Milano e' servita agarantire un elevato numero di patenti falsando gli esami.L'hanno scoperta i poliziotti che hanno arrestato ieri duecittadini egiziani e un cittadino pakistano che, grazie a unaricetrasmittente, una mini telecamera e una camicia con un foroin posizione strategica, riuscivano a truccare i risultati deitest di ammissione per ottenere la patente di guida. L'indaginee' nata da un controllo casuale: gli agenti hanno notato i treindividui sospetti appartati in un auto nei pressi dellaMotorizzazione Civile di via Franceso Cilea, mentrearmeggiavano con una radio. Il primo controllo ha rivelato chei tre nascondevano 4.350 euro in contanti di cui non riuscivanoa giustificare la provenienza, ma a un'ispezione piu' accuratagli agenti hanno trovato anche la ricetrasmittente, unauricolare professionale e soprattutto una minitelecameranascosta all'interno di una camicia. I tre sospetti hannoinfine svelato il loro metodo: chi voleva sostenere e superarel'esame per la patente senza avere nessuna preparazione versava3mila euro alla banda, composta da un 29enne egizianopregiudicato e da un pakistano 23enne, che era il vero tecnicodel gruppo. Una volta di fronte ai test, bastava inquadrare ledomande con la minitelecamera e collegarsi via auricolare alduo, che era pronto a controllare e passare le risposte esatte.I due sono stati denunciati a piede libero per truffa insiemeal terzo uomo a bordo dell auto, un 26enne egiziano che sipreparava a sostenere gli esami. (AGI)Mi9/Car