Milano: Sala, Gherardo Colombo guidera' Comitato trasparenza

(AGI) - Milano, 10 giu. - Il Comune di Milano ha un gia' "buon piano per la tras...

(AGI) - Milano, 10 giu. - Il Comune di Milano ha un gia' "buon piano per la trasparenza, adottato in forza della legge del 2012 e recentemente premiato da ANCI per la sua qualita'". Ma se Giuseppe Sala diventera' sindaco al prossimo ballottaggio intende fare di piu'. Nominando una squadra ad hoc, con Gherardo Colombo, che avra' la guida del gruppo di lavoro, Mara Brassiolo, Federico D'Andrea e Stefano Nespor. Lo ha annunciato Beppe Sala parlando del futuro di Milano nel campo della legalita'. "Vogliamo essere un modello per il Paese - dice -, ecco perche' intendiamo avvalerci di un gruppo di esperti di notoria indipendenza in diretto collegamento con il Sindaco, coadiuvati da personale del Comune, per svolgere verifiche in ordine al migliore adeguamento dell'Amministrazione alla normativa sulla trasparenza. Questo comitato elaborera', gia' in occasione del nuovo programma triennale per la trasparenza, proposte per la costante implementazione dei presidi rivolti a garantire la massima conoscibilita' da parte della cittadinanza dei processi decisionali pubblici". Il comitato, che operera' gratuitamente, sara' punto di riferimento per il sindaco, per l'Amministrazione, per i cittadini tutti anche in relazione a situazioni di eventuale conflitto di interessi. "L'attivita' di questo gruppo di lavoro - aggiunge Sala - combinato con quella del Comitato Antimafia gia' esistente e che intendiamo confermare, rende concreto un 'modello Milano' sul fronte della legalita' e della trasparenza, elemento imprescindibile per la citta' che vogliamo e che faremo". Perche' la legalita' va intesa "come fattore di sviluppo e di equita' sociale". "Abbiamo progetti ambiziosi per la citta', che necessita di importanti opere pubbliche - continua Sala - .Pensiamo all'imponente piano di interventi per la riqualificazione delle periferie, con la ristrutturazione di molti complessi di edilizia residenziale di proprieta' del Comune, dove investiremo subito non meno di 100 milioni di euro. Pensiamo all'implementazione delle linee di trasporto, con riferimento particolare alle metropolitane, con almeno 30 nuove stazioni nei prossimi dieci anni. E pensiamo infine alla riqualificazione degli ex scali ferroviari. Abbiamo gia' un piano molto preciso per trovare le risorse necessarie che saranno ricavate anche grazie alla cessione di quote di partecipazione possedute dal Comune in importanti societa' municipali". (AGI)
Cre