Lombardia: risolti nodi, domani presentazione libro bianco sanita'

(AGI) - Milano, 3 lug. - Risolti i nodi principali, RobertoMaroni presentera' domani il 'libro bianco' che contiene lelinee guida della riforma del sistema socio-sanitario lombardo. Appuntamento alle 10 nella sala Biagi di Palazzo Lombardia,insieme agli assessori regionali alla Salute, Mario Mantovani,e al Welfare, Maria Cristina Cantu'. In un ultimo vertice - alquale il governatore lombardo e la coordinatrice di ForzaItalia hanno partecipato collegati in video-conferenza dallasede della Regione a Roma - i rappresentanti dei partiti dimaggioranza hanno potuto stamane chiedere chiarimenti sul testo(120 pagine) che hanno avuto solo due giorni

(AGI) - Milano, 3 lug. - Risolti i nodi principali, RobertoMaroni presentera' domani il 'libro bianco' che contiene lelinee guida della riforma del sistema socio-sanitario lombardo. Appuntamento alle 10 nella sala Biagi di Palazzo Lombardia,insieme agli assessori regionali alla Salute, Mario Mantovani,e al Welfare, Maria Cristina Cantu'. In un ultimo vertice - alquale il governatore lombardo e la coordinatrice di ForzaItalia hanno partecipato collegati in video-conferenza dallasede della Regione a Roma - i rappresentanti dei partiti dimaggioranza hanno potuto stamane chiedere chiarimenti sul testo(120 pagine) che hanno avuto solo due giorni fa. Da parte diNuovo centrodestra, ma per la verita' anche da Forza Italia, sie' insistito molto sull'importanza del mantenimento dellaliberta' di scelta della cura (tra strutture pubbliche eprivate) espressa al punto 4 del libro bianco, quello sulsistema sanitario. Fermo restando l'obiettivo centrale dellariforma ovvero la maggiore integrazione tra i due sistemi,sanitario e welfare, rimarrebbero alcuni nodi irrisolti, comeda chi fare dipendere i controlli e alcune perplessita' sullenuove aziende integrate per la salute (Ais). Il nodo 'superassessorato' che doveva, nei desiderata diMaroni, accorpare Salute e Welfare e' stato sciolto, invece -viene riferito - con una battuta iniziale da parte delgovernatore. Il testo l'hanno fatto i due assessori cherimarranno assessori, avrebbe detto il governatore. L'ipotesidel superassessorato e' comunque rimasta, come ipotesi - sisottolinea - nell'introduzione scritta da Maroni. Domani parte col confronto con le parti sociali, poi lelinee dovranno essere tradotte in una proposta di legge(probabilmente in autunno) che Maroni vorrebbe il Consiglioapprovasse entro fine anno. (AGI)Fed