Lombardia: presidente commissione Sanita', avanti anche senza Pd

(AGI) - Milano, 4 mar. - Le audizioni sulla riforma del sistemasocio-sanitario lombardo andranno avanti, nonostante il Pdabbia chiesto di interromperle finche' non ci sara' unaproposta univoca della maggioranza di centrodestra. A dirlo e'stato il presidente della commissione lombarda Sanita', FabioRizzi (Lega Nord): "Non sospendiamo nulla, le audizioni sonoutili e indispensabili per arrivare a una sintesi finale ilpiu' possibile condivisa: come maggioranza vogliamo coinvolgerepreventivamente i soggetti interessati e costruire insieme conloro il testo finale della riforma, non presentare loro undocumento gia' definitivo e predisposto". Dopo il rifiuto diRizzi, il

(AGI) - Milano, 4 mar. - Le audizioni sulla riforma del sistemasocio-sanitario lombardo andranno avanti, nonostante il Pdabbia chiesto di interromperle finche' non ci sara' unaproposta univoca della maggioranza di centrodestra. A dirlo e'stato il presidente della commissione lombarda Sanita', FabioRizzi (Lega Nord): "Non sospendiamo nulla, le audizioni sonoutili e indispensabili per arrivare a una sintesi finale ilpiu' possibile condivisa: come maggioranza vogliamo coinvolgerepreventivamente i soggetti interessati e costruire insieme conloro il testo finale della riforma, non presentare loro undocumento gia' definitivo e predisposto". Dopo il rifiuto diRizzi, il Pd ha fatto sapere che non partecipera' piu' alleaudizioni finche' la maggioranza non presentera' una propostaunitaria (al momento i progetti di legge sono tre: giunta,Forza Italia e Ncd), ma garantira' comunque la presenza'simbolica' di un solo consigliere per rispetto degli auditi. La decisione dei democratici e' stata criticata dalMovimento 5 Stelle che, con il consigliere regionale DarioVioli che ha attaccato: "Non capiamo con quale logica il Pdabbia deciso di abdicare al ruolo di rappresentante dei suoieletti disertando i lavori della commissione Sanita' perche'non c'e' una proposta di legge unica. Sapevano fin dall'inizioche la maggioranza e' divisa e non ascoltare in audizione enti,associazioni, istituzioni e cittadini che fanno anche decine dichilometri per spiegare quale sanita' vorrebbero per laLombardia e' un atto oltremodo irrispettoso". Nelle file delPd, il consigliere Carlo Borghetti risponde cosi' ai 5 Stelle:"Come al solito il Movimento sbaglia il bersaglio e critica ilPd anziche' criticare la maggioranza: son forse soddisfatti dicoprire l'assenza del centrodestra alle audizioni, e dilasciare che gli auditi vengano ascoltati per finta?!". E sullamaggioranza l'esponente democratico attacca: "Deve dire qual A¨la sua proposta: sappiamo che e' in un'altra sede, che non e'la commissione, che Maroni sta cercando una sintesi, ammessoche riesca a trovarla". Il riferimento di Borghetti e' altavolo della maggioranza, coordinato dallo stesso governatore,che sta cercando una sintesi tra le diverse proposte di riformaavanzate. (AGI)Mi4