Lombardia: Maroni, solo equivoci tutto chiarito in maggioranza

(AGI) - Milano, 1 lug. - "Oggi abbiamo avuto un incontro con icapigruppo della maggioranza su due questioni. La prima sono lepolemiche che ho letto sui giornali, di un mancatocoinvolgimento, e abbiamo chiarito tutto. Si e' trattato di unaserie di equivoci che hanno indotto qualcuno a pensare a unmancato coinvolgimento. Non e' stato cosi', ho ripercorso tuttele tappe e abbiamo risolto la questione". A dirlo e' ilpresidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, al terminedi una riunione della maggioranza di centrodestra a PalazzoPirelli. Maroni ha confermato che "venerdi' ci sara' lapresentazione

(AGI) - Milano, 1 lug. - "Oggi abbiamo avuto un incontro con icapigruppo della maggioranza su due questioni. La prima sono lepolemiche che ho letto sui giornali, di un mancatocoinvolgimento, e abbiamo chiarito tutto. Si e' trattato di unaserie di equivoci che hanno indotto qualcuno a pensare a unmancato coinvolgimento. Non e' stato cosi', ho ripercorso tuttele tappe e abbiamo risolto la questione". A dirlo e' ilpresidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, al terminedi una riunione della maggioranza di centrodestra a PalazzoPirelli. Maroni ha confermato che "venerdi' ci sara' lapresentazione del libro bianco" per la riforma del sistemasocio-sanitario "con tutti gli stakeholders, un tavoloallargato alle parti sociali, ai direttori del serviziosanitario regionale, alle associazioni di volontariato e aiconsiglieri regionali". "Non c'e' nessuno stop" sulla riforma -ha assicurato -, il "calendario e' rispettato". "Da qui agiovedi' sera i capigruppo, se lo vorranno, potranno fornirmivalutazioni sul testo del libro bianco", ha spiegato. Riguardo alle polemica sulla creazione di un assessoratounico Sanita'-Welfare, con Forza Italia che ha ribadito la suacontrarieta', il governatore ha poi aggiunto: "La polemica e'su una cosa che e' una riga e mezzo su 95. Il libro bianco none' una delibera che va in votazione in Consiglio regionale, mae' una serie di proposte della presidenza della Regione, deidue assessori coinvolti, da cui si parte e aperto al confronto.Come fu con il libro bianco di Biagi, a settembre, dopo duemesi di confronto che solleciteremo, faremo la sintesi evedremo quali sono le proposte contenute nel libro bianco chesono condivise e quelle che non lo sono". "Tra le proposte che non sono condivise da tutta lamaggioranza, c'e' questa di avere un unico assessorato cheunisca sanita' e socio-sanitario - ha riconosciuto -. Un'ideache io ritengo percorribile, non e' condivisa da tutta lamaggioranza e dai due assessorati, e nella presentazione dellibro bianco la sottolineo come mia proposta". Il governatoreha tenuto a precisare di essere "per il metodo della massimacondivisione". "Io faccio una giunta in cui gli assessori nonsolo discutono delle loro delibere ma anche quelle deglialtri", ha sostenuto. "Non e' vero" che deciso tutto da solo,ha continuato, "Il libro bianco lo hanno scritto i dueassessorati, io l'ho ricevuto e lo condivido naturalmente".Maroni ha riferito di aver parlato con la coordinatricelombarda di FI, Mariastella Gelmini. "Ci siamo chiariti,problema risolto. Erano circolate male alcune informazioni", hagarantito. "Oggi abbiamo risolto con i capigruppo anche sull'altraquestione della legge del consumo del suolo. C'erano tre nodiche penso di aver risolto. L'impegno e' di trovare lacondivisione di tutti sul testo entro fine mese", ha affermato.Per qunato riguarda il fronte sanita', ha infine spiegato, "tutto quello che discutiamo e' sottoposto anche all'altracondizione, che e' la riforma del Titolo V: se ci tolgono lecompetenze sulla sanita' o sul sociale o ci danno competenze inpiu', che cosa succede? Quindi il libro bianco e' una dellecomponenti del dibattito, l'altra e' la riforma del TitoloV".(AGI)Mi4/Fed