Lombardia: costituito gruppo lavoro referendum statuto speciale

(AGI) - Milano, 26 nov. - La commissione Affari istituzionalidel Consiglio lombardo ha avviato l'iter per l'indizione delreferendum consultivo per rivendicare una maggiore autonomiafinanziaria della Regione. Per poter svolgere il referendum, laproposta dovra' essere votata dai 2/3 dell'aula regionale. Laconsultazione, inoltre, sarebbe puramente consultiva perche'per rendere la Lombardia una Regione a 'statuto speciale' (comerichiesto al momento dal testo depositato) servirebbe unamodifica alla Costituzione votata dal Parlamento. Per losvolgimento del referendum la Regione ha gia' destinato 30milioni di euro. Oggi la commissione regionale ha votatol'istituzione di un gruppo di lavoro,

(AGI) - Milano, 26 nov. - La commissione Affari istituzionalidel Consiglio lombardo ha avviato l'iter per l'indizione delreferendum consultivo per rivendicare una maggiore autonomiafinanziaria della Regione. Per poter svolgere il referendum, laproposta dovra' essere votata dai 2/3 dell'aula regionale. Laconsultazione, inoltre, sarebbe puramente consultiva perche'per rendere la Lombardia una Regione a 'statuto speciale' (comerichiesto al momento dal testo depositato) servirebbe unamodifica alla Costituzione votata dal Parlamento. Per losvolgimento del referendum la Regione ha gia' destinato 30milioni di euro. Oggi la commissione regionale ha votatol'istituzione di un gruppo di lavoro, anche se Pd e Pattocivico che non hanno partecipato al voto. Il gruppo dovra'definire meglio il quesito referendario e cercare di contenerei costi della consultazione. Il capogruppo della Lega Nord al Pirellone, MassimilianoRomeo, ha sottolineato che il suo auspicio e' che "tutte leforze politiche decidano di partecipare al gruppo di lavoro",in quanto "ogni contributo" e' "importante ai fini di arrivarein aula con una proposta condivisa". Da parte sua, il segretario lombardo del Pd AlessandroAlfieri ha invece spiegato che "la richiesta della maggioranzadi istituire un gruppo di lavoro per rivedere le modalita' disvolgimento del referendum e' un significativo passo indietrodella Lega Nord". "Si sono resi conto anche loro che 30 milioniin bilancio sono una cifra esagerata, peraltro per unreferendum unicamente consultivo e velleitario". Il Pd lancera'"per il 25 gennaio una consultazione aperta, senza spese per ilombardi, in cui" verranno chiamati gli iscritti e gliamministratori locali vicini al partito "ad esprimersi sulsuperamento delle Regioni a statuto speciale". (AGI)Mi4/Car