Lombardia: bilancio 2013, ok giudizio parificazione Corte conti

(AGI) - Milano, 30 giu. - La Corte dei Conti ha espresso ungiudizio di parificazione positivo del rendiconto della RegioneLombardia per l'esercizio finanziario 2013. Il giudizio diparifica e' stato presentato nel pomeriggio alla presenza, tragli altri, del presidente della Corte dei Conti, RaffaeleSquitieri, del governatore lombardo, Roberto Maroni, e delpresidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo. Secondola Corte, dal punto di vista della gestione finanziaria, "ilconfronto tra i dati del bilancio di previsione e i dati delrendiconto conferma che gli impegni si sono mantenuti neilimiti degli stanziamenti". Tra i 'rilievi' mossi

(AGI) - Milano, 30 giu. - La Corte dei Conti ha espresso ungiudizio di parificazione positivo del rendiconto della RegioneLombardia per l'esercizio finanziario 2013. Il giudizio diparifica e' stato presentato nel pomeriggio alla presenza, tragli altri, del presidente della Corte dei Conti, RaffaeleSquitieri, del governatore lombardo, Roberto Maroni, e delpresidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo. Secondola Corte, dal punto di vista della gestione finanziaria, "ilconfronto tra i dati del bilancio di previsione e i dati delrendiconto conferma che gli impegni si sono mantenuti neilimiti degli stanziamenti". Tra i 'rilievi' mossi dai magistrati il fatto che "nel sistemadegli enti regionali i limiti di legge alla corresponsione diemolumenti ad amministratori e/o dirigenti non sono statirispettati, sia pure in un numero molto ridotto difattispecie". Poi viene chiesto di prendere in considerazione"l'opportunita' di procedere ad una revisione complessiva dellastrutturazione territoriale dell'ente regione". Inoltre sul"personale dirigenziale - rispetto a cui questa Corte ha gia'osservato che il numero degli incarichi deve rispettare illimite dell'8% della dotazione organica dirigenziale - siosserva che i relativi limiti risultano superati anche al 31dicembre 2013, pur rilevando al contempo una lieve riduzionerispetto all'esercizio precedente". Infine, fra leraccomandazioni della Corte, c'e' anche quella di renderecompletamente trasparenti i provvedimenti organizzativi dellaRegione, che "risultano pubblicati solo nell'intranet" mentresul sito dell'ente occorrerebbe "una sezione aperta" a tutti. "Sono molto soddisfatto, anche perche' questo era ilgiudizio sul mio primo anno da governatore", ha commentatoMaroni. "La Corte dei Conti - ha sottolineato - ha stabilitoche la nostra e' una gestione finanziaria sana e che abbiamofatto una gestione efficiente dei fondi comunitari. E'esattamente l'obiettivo che volevo raggiungere". Il giudiziodella Corte, ha proseguito, "ci da' lo stimolo per continuarein questa direzione". "Ho sottolineato - ha aggiunto - ilcostante colloquio, quasi quotidiano, con la Magistraturacontabile, che ci serve per risolvere le criticita' che civengono segnalate". (AGI)Mi4/Fed