Lavoro: nel 2014 record disoccupati in Lombardia, oltre 8%

(AGI) - Milano, 9 giu. - Nel 2014 in Lombardia ladisoccupazione ha raggiunto il suo picco piu' alto, superandol'8%. L'occupazione ancora non e' ripartita ma ha fermato lapropria discesa al 65%. Questo lo scenario che emerge dallanona edizione de 'Il lavoro a Milano', il rapporto annualerealizzato da Assolombarda, Cgil, Cisl e Uil, che raccoglie idati sul mercato del lavoro milanese e lombardo. In un decenniodi 'crescita zero' la Lombardia ha perso competitivita'rispetto alle altre aree avanzate d'Europa, accumulando undivario di costo che penalizza i nostri prodotti. Tuttavia unrecupero e' possibile,

(AGI) - Milano, 9 giu. - Nel 2014 in Lombardia ladisoccupazione ha raggiunto il suo picco piu' alto, superandol'8%. L'occupazione ancora non e' ripartita ma ha fermato lapropria discesa al 65%. Questo lo scenario che emerge dallanona edizione de 'Il lavoro a Milano', il rapporto annualerealizzato da Assolombarda, Cgil, Cisl e Uil, che raccoglie idati sul mercato del lavoro milanese e lombardo. In un decenniodi 'crescita zero' la Lombardia ha perso competitivita'rispetto alle altre aree avanzate d'Europa, accumulando undivario di costo che penalizza i nostri prodotti. Tuttavia unrecupero e' possibile, grazie a una forza lavoro di qualita' eun polo universitario attrattivo e internazionalizzato. Dalla ricerca emerge che la quota di popolazione attiva,cioe' di coloro che hanno un lavoro o lo cercano, a Milano e inLombardia, e' molto piu' elevata della media italiana ma ancoralontana da quelle europee. Lo scorso anno il tasso di attivita'e' arrivato in Lombardia al 70,7%: quasi dieci punti sopra lamedia italiana (ferma al 63,5%) ma al di sotto, per esempio,della tedesca Baviera che ha raggiunto l'80%. Anche sul frontedisoccupazione Milano e la Lombardia, che registranorispettivamente l'8,4% e l'8,2% di persone in cerca di lavoro,presentano una situazione meno critica rispetto all'Italia(12,7%). Ma se si estende il confronto oltre i confininazionali, la Lombardia che vantava livelli di disoccupazionetra i piu' bassi in Europa, nel corso della crisi e' arrivata apercentuali doppie rispetto alle regioni tedesche e quasi alpari della regione francese Rhone-Alpes. (AGI) Mi4/Ila