Immigrati: risultava espulso ma faceva imprenditore, arrestato

(AGI) - Bergamo, 17 mar. - In teoria doveva essere in Pakistanda cinque anni dopo l'espulsione che aveva avuto daclandestino. Invece viveva in Italia, dove non solo aveva unacasa, ma anche un'azienda con quattro dipendenti e tre conticorrenti. Tipo intraprendente, Ahmed Mushtaq, pachistano,classe '82, residente a Mariano Comense, la cui carriera e'stata interrotta da un controllo della polizia di frontieraall'aeroporto di Orio mente lui stava per imbarcarsi perBruxelles. Gli agenti hanno scoperto che passaporto e lapatente inglesi che aveva con se' erano intestati a una personainesistente, la stessa riportata sulla

(AGI) - Bergamo, 17 mar. - In teoria doveva essere in Pakistanda cinque anni dopo l'espulsione che aveva avuto daclandestino. Invece viveva in Italia, dove non solo aveva unacasa, ma anche un'azienda con quattro dipendenti e tre conticorrenti. Tipo intraprendente, Ahmed Mushtaq, pachistano,classe '82, residente a Mariano Comense, la cui carriera e'stata interrotta da un controllo della polizia di frontieraall'aeroporto di Orio mente lui stava per imbarcarsi perBruxelles. Gli agenti hanno scoperto che passaporto e lapatente inglesi che aveva con se' erano intestati a una personainesistente, la stessa riportata sulla carta d'identita'italiana. Si e' cosi' scoperto che grazie a quei documenticontraffatti l'uomo e' riuscito ad aprire un'azienda diimport-export di macchine per la movimentazione della terra,con 4 dipendenti pagati regolarmente, cosi' come le tasse. Soloche era clandestino, nel 2005 era stato arrestato a Torino eaveva scontato nove mesi di carcere per reati simili. Ma erabravissimo a procurarsi documenti falsi, oppure veri ma basatisu false dichiarazioni. Ora e' agli arresti domiciliari. (Bg1)Bg1/Car