Immigrati: Maroni, pronto collaborare se risposte certe da governo

(AGI) - Milano, 26 giu. - Roberto Maroni torna a dichiarare lasua insoddisfazione per l'incontro di ieri a Palazzo Chigisulla gestione dei profughi. Anche se assicura che, qualoraarrivassero "risposte certe" dal governo, la Regione Lombardiasarebbe "pronta a collaborare". E, a questo proposito cital'accordo "sottoscritto a luglio 2014 con il governo cheprevedeva la costituzione di hub regionali". "Al premier Renzi abbiamo chiesto delle risposte, hochiesto a che punto siamo sui rimpatri, sui campi profughi dafare in Libia e Tunisia e sulla distinzione tra richiedentiasilo e immigrati economici, se si era in grado

(AGI) - Milano, 26 giu. - Roberto Maroni torna a dichiarare lasua insoddisfazione per l'incontro di ieri a Palazzo Chigisulla gestione dei profughi. Anche se assicura che, qualoraarrivassero "risposte certe" dal governo, la Regione Lombardiasarebbe "pronta a collaborare". E, a questo proposito cital'accordo "sottoscritto a luglio 2014 con il governo cheprevedeva la costituzione di hub regionali". "Al premier Renzi abbiamo chiesto delle risposte, hochiesto a che punto siamo sui rimpatri, sui campi profughi dafare in Libia e Tunisia e sulla distinzione tra richiedentiasilo e immigrati economici, se si era in grado di fare questadistinzione, e ci hanno risposto 'Ne parliamo tra 15 giorni'",ha spiegato il governatore lombardo, a 'Radio Anch'io'. "Sono per una soluzione, ovviamente - ha continuato Maroni,che da settimane si dice contrario all'accoglienze di nuoviprofughi nella sua Regione -, ma se la soluzione non c'e', senon ci sono proposte e l'unica risposta e' quella di scaricaretutto sui territori allora non ci sto. Abbiamo chiesto risposteche non sono arrivate. Mi sembra un alibi quello del governoche dice 'Ci sono Regioni che dicono di no'. Ma dicono no acosa? Io dico di no ad una gestione caotica del fenomenodell'immigrazione, ma sono pronto a collaborare se ci sonorisposte certe e c'e' il coinvolgimento delle Regioni, chefinora non c'e' stato". "Noi abbiamo sottoscritto a luglio 2014un accordo con il governo che prevedeva la costituzione di hubregionali, ma non e' mai stato attuato", ha ricordato."Eversivo mi pare un sistema che distribuisce gli immigrati sulterritorio senza coinvolgere chi ha la responsabilita', cioe'Comuni e Regioni. Tutto il resto e' il diritto di dire no, chemi pare riconosciuto dalla Costituzione", ha continuato. (AGI)Red/Fed

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it