Gruppo Italcementi: migliorano conti 2014, sale dividendo

(AGI) - Il gruppo Italcementi archivia il 2014 con ricaviconsolidati per 4.155,6 milioni di euro (-1,8%), margineoperativo lordo corrente a 649,1 milioni (+3,2%) e un risultatonetto totale per -48,9 milioni, contro la perdita di 88,2milioni del precente esercizio. I dati sono stati esaminatioggi dal cda che ha proposto un dividendo di 0,09 euro perazione (in pagamento il 20 maggio) in aumento rispetto agli0,06 euro del2013). Le previsioni per il 2015, stimano un margine operativolordo corrente superiore a quello del 2014. Secondo una nota del Gruppo Italcementi, l'esercizio 2014 -supportato da

(AGI) - Il gruppo Italcementi archivia il 2014 con ricaviconsolidati per 4.155,6 milioni di euro (-1,8%), margineoperativo lordo corrente a 649,1 milioni (+3,2%) e un risultatonetto totale per -48,9 milioni, contro la perdita di 88,2milioni del precente esercizio. I dati sono stati esaminatioggi dal cda che ha proposto un dividendo di 0,09 euro perazione (in pagamento il 20 maggio) in aumento rispetto agli0,06 euro del2013). Le previsioni per il 2015, stimano un margine operativolordo corrente superiore a quello del 2014. Secondo una nota del Gruppo Italcementi, l'esercizio 2014 -supportato da un andamento significativamente positivo delquarto trimestre dell'anno, si e' chiuso con un ritorno allacrescita di tutti i risultati operativi, chiudendo la parentesidi contrazione dei margini determinata dal lungo periodo dicrisi economica mondiale. "I risultati raggiunti nel corso del2014 - sottolinea Carlo Pesenti, CEO del Gruppo Italcementi -confermano la validita' del piano di azione che abbiamointrapreso nel corso degli ultimi anni, culminato con la messain esercizio degli investimenti strategici portati a terminenel corso dell'anno in Italia e Bulgaria. In linea con leprevisioni ci troviamo ora, a fronte di segnali di ripresadell'economia, con un apparato industriale ampiamente rinnovatoe altamente efficiente che puo' inoltre contare su una quota diautoproduzione di energia elettrica rinnovabile di oltre l'11%del fabbisogno totale. Un livello superiore ai targetprefissati e che potra' incrementarsi con le ulterioriiniziative programmate, fra cui un importante campo eolico inEgitto destinato a sopperire alle carenze energetiche del Paeseche hanno limitato nel recente passato la capacita' produttivadi cemento del Gruppo. Nell'esercizio in corso il livello di Capex sara' comunquepiu' contenuto rispetto al 2014, tornando ai livelli consueti,inferiori ai 400 milioni. A fianco dell'efficienza industriale,si e' inoltre rafforzata la focalizzazione del GruppoItalcementi sui materiali e servizi innovativi ad alto valoreaggiunto. Grazie alla piena operativita' del nuovo sistema diofferta prodotti i.nova, nel 2014 l'innovation rate (quota diprodotti innovativi sul totale delle vendite) ha raggiunto il6,6% rispetto al 5,3% del 2013, con un margine di contribuzioneindustriale in crescita dell'11% sull'anno precedente". (AGI)Red/Ccc