Gay pride: Milano, a corteo dei 100mila Pisapia, fondi a profughi

(AGI) - Milano, 27 giu. - Tra le circa 100mila persone (secondogli organizzatori) che hanno sfilato oggi nelle vie di Milano,da piazza Duca d'Aosta a Porta Venezia, per il "Milano Pride2015", anche il il Sindaco Giuliano Pisapia, il Vicesindaco AdaLucia De Cesaris e gli assessori Daniela Benelli, ChiaraBisconti, Pierfrancesco Majorino, Pierfrancesco Maran, CarmelaRozza e Cristina Tajani. A partire dalle 15, avevano cominciatoa confluire in piazza Duca d'Aosta le associazioni aderenti, igruppi, i collettivi e molte persone di ogni orientamento eidentita' di genere, con striscioni e bandiere, per chiedere adiritti uguali

(AGI) - Milano, 27 giu. - Tra le circa 100mila persone (secondogli organizzatori) che hanno sfilato oggi nelle vie di Milano,da piazza Duca d'Aosta a Porta Venezia, per il "Milano Pride2015", anche il il Sindaco Giuliano Pisapia, il Vicesindaco AdaLucia De Cesaris e gli assessori Daniela Benelli, ChiaraBisconti, Pierfrancesco Majorino, Pierfrancesco Maran, CarmelaRozza e Cristina Tajani. A partire dalle 15, avevano cominciatoa confluire in piazza Duca d'Aosta le associazioni aderenti, igruppi, i collettivi e molte persone di ogni orientamento eidentita' di genere, con striscioni e bandiere, per chiedere adiritti uguali per tutti a prescindere dall'orientamentosessuale e dalla provenienza geografica. Il temadell'accoglienza dei migranti e' infatti il tema della edizionedi quest'anno, dedicata in particolare ai profughi: gliorganizzatori hanno infatti deciso di devolvere parte dei fondiraccolti nell'ambito delle iniziative della Pride Square edella Pride Week alle associazioni che si occupano diaccoglienza. Milano Pride 2015 e' stato patrocinato da Comunedi Milano, Comune di Cinisello Balsamo, Comune di Sesto SanGiovanni, Consiglio di Zona 1, 2 e 3 di Milano, Consiglio dellaRegione Lombardia, Ambasciata di Svezia, Chiesa EvangelicaValdese, oltre alla collaborazione con il Pavillon Usa in Expoe il Consolato Generale degli Stati Uniti. (AGI)Red/Car

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it