Expo: Italiana Costruzioni, bene monitoraggio Palazzo Italia

(AGI) - Milano, 24 mar. - Italiana Costruzioni, l'impresa chesi e' aggiudicata l'appalto per la costruzione di PalazzoItalia a Expo, poi finito nel mirino dell'inchiesta 'Sistema'della Procura di Firenze, ha reso nota la soddisfazione per lasoluzione del 'monitoraggio' dei lavori proposta dal presidentedell'Anac, Raffaele Cantone, definito una "scelta positiva"nell'ottica dell'obiettivo prioritario di "pensare al cantieree al completamento del padiglione nei tempi previsti". "Questasoluzione - fa notare la societa' in una nota - consentira' digarantire ulteriore trasparenza e ristabilire un clima sereno erassicurante per tutti i soggetti coinvolti. L'obiettivo rimanequello

(AGI) - Milano, 24 mar. - Italiana Costruzioni, l'impresa chesi e' aggiudicata l'appalto per la costruzione di PalazzoItalia a Expo, poi finito nel mirino dell'inchiesta 'Sistema'della Procura di Firenze, ha reso nota la soddisfazione per lasoluzione del 'monitoraggio' dei lavori proposta dal presidentedell'Anac, Raffaele Cantone, definito una "scelta positiva"nell'ottica dell'obiettivo prioritario di "pensare al cantieree al completamento del padiglione nei tempi previsti". "Questasoluzione - fa notare la societa' in una nota - consentira' digarantire ulteriore trasparenza e ristabilire un clima sereno erassicurante per tutti i soggetti coinvolti. L'obiettivo rimanequello di consegnare la struttura, nonostante tutto, entrol'apertura di Expo". L'avvio del procedimento e' statonotificato ieri a Italiana Costruzioni dal presidente dell'Anacin accordo con il prefetto di Milano. Quella del monitoraggiodell'appalto e' una delle possibilita' previste dal decretoemanato nello scorso giugno con il quale e' stata creatal'unita' anti corruzione che vigila sugli appaltidell'esposizione; l'altra alternativa sarebbe stata quella delcommissariamento, gia' adottata per altre gare che, tuttavia,in questa circostanza avrebbe causato forti ripercussioni suitempi del cantiere, gia' strettissimi per ritardi accumulati inpassato. La societa' ha ora pochi giorni per formulare unamemoria difensiva; tocchera' alla fine al prefetto decidere conl'emissione di un apposito decreto. Intanto, la societa' ha fatto sapere che andra' "avantisenza esitazioni per contribuire alla riuscita dell'evento. Inquesti mesi - si legge nella nota - ci e' stato chiesto unosforzo assolutamente straordinario e con senso di massimaresponsabilita' intendiamo proseguire in questa direzioneinsieme ad Expo, ad Anac, ai fornitori, ai tecnici delleaziende che lavorano con noi ed ai piu' di 500 lavoratori chesi stanno impegnando senza sosta per poter completare in tempirecord il Padiglione dell'Italia". Italiana Costruzioni ha ricordato di aver gia' "ribaditocon forza la nostra estraneita' alle vicende di cui si leggesui giornali" e per questo di aver deciso "di fornireimmediatamente all'autorita' preposta la documentazionerilevante in nostro possesso. L'indagine - conclude la nota -avra' i suoi tempi e siamo fiduciosi che verra' dimostratal'assoluta trasparenza del nostro operato". (AGI)Mi5/Fed