Editoria: ricerca Fieg-Upa, il futuro della stampa a pagamento

(AGI) - Milano, 25 giu. - In un mondo virtuale e digitale iquotidiani e periodici a pagamento, rispetto alla possibilita'di fruizione gratuita on line, riscuotono, ancora e inprospettiva, il favore dei lettori. E' quanto emerge dallaricerca 'Quotidiani e periodici a pagamento: ruolo, valori eprospettive evolutive', commissionata dalla Federazioneitaliana editori giornali e dalla Utenti pubblicita' associati,presentata oggi a Milano. La ricerca - che e' stata condottada Episteme raccogliendo e analizzando 160 storie di lettoriche hanno raccontato, giorno per giorno, il loro rapporto conla lettura dei giornali, nell'arco di due settimane -

(AGI) - Milano, 25 giu. - In un mondo virtuale e digitale iquotidiani e periodici a pagamento, rispetto alla possibilita'di fruizione gratuita on line, riscuotono, ancora e inprospettiva, il favore dei lettori. E' quanto emerge dallaricerca 'Quotidiani e periodici a pagamento: ruolo, valori eprospettive evolutive', commissionata dalla Federazioneitaliana editori giornali e dalla Utenti pubblicita' associati,presentata oggi a Milano. La ricerca - che e' stata condottada Episteme raccogliendo e analizzando 160 storie di lettoriche hanno raccontato, giorno per giorno, il loro rapporto conla lettura dei giornali, nell'arco di due settimane - haevidenziato che tutti i punti di forza riconosciuti alletestate a pagamento sono anche fattori di forte distintivita'rispetto alle fonti gratuite digitali. L'autorevolezza e' unadelle caratteristiche piu' apprezzate perche' porta a unarassicurazione che deriva dalla certezza della fonte, dallaconsuetudine con le firme, dal valore aggiunto del lavororedazionale. "Un punto di vista parziale sulla complessita' delmondo - si legge nella ricerca - e dunque caldo, umano rispettoalla pluralita' anonima di internet, cui ci si affida confiducia". (AGI)Fea

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it