Disabili: consiglieri lombardi in carrozzina per sensibilizzare

(AGI) - Milano, 27 giu. - Poche centinaia di metri con unabenda sugli occhi o in carrozzina per 'testare con mano' ledifficolta' che devono affrontare ogni giorno i disabili. Cihanno provato alcuni consiglieri regionali lombardi, guidatidal presidente del Pirellone, Raffaele Cattaneo, edall'assessore alle Attivita' produttive, Mario Melazzini,medico affetto da slerosi laterale amiotrofica. L'iniziativa -ideata dal consigliere segretario Daniela Maroni - e' statapromossa dall'intergruppo 'Vita, famiglia ed economia sociale'del Consiglio in collaborazione con le associazioni Lega per idiritti delle persone con disabilita' e Federazione tra leassociazioni affette da disabilita'. Durante

(AGI) - Milano, 27 giu. - Poche centinaia di metri con unabenda sugli occhi o in carrozzina per 'testare con mano' ledifficolta' che devono affrontare ogni giorno i disabili. Cihanno provato alcuni consiglieri regionali lombardi, guidatidal presidente del Pirellone, Raffaele Cattaneo, edall'assessore alle Attivita' produttive, Mario Melazzini,medico affetto da slerosi laterale amiotrofica. L'iniziativa -ideata dal consigliere segretario Daniela Maroni - e' statapromossa dall'intergruppo 'Vita, famiglia ed economia sociale'del Consiglio in collaborazione con le associazioni Lega per idiritti delle persone con disabilita' e Federazione tra leassociazioni affette da disabilita'. Durante il breve percorso da Palazzo Pirelli verso lastazione centrale - si legge in una nota -, i consiglieri dellaLombardia hanno potuto verificare direttamente che cosasignifica avere a che fare con marciapiedi, grate, semafori,attraversamenti pedonali, accessi ai mezzi pubblici e tutti ipiccoli e grandi ostacoli quotidiani che le persone condisabilita' sono costrette ad affrontare. "Oggi c'e' lanecessita' di un'integrazione dei diversi livelli dell'agirepolitico per garantire risposte efficaci e nel segno delle pariopportunita' tra le persone e dare nuovo impulso a quanto gia'da noi promosso, come il piano di azione regionale per lepolitiche in favore delle persone con disabilita' approvatodalla giunta nel 2010 o la piu' recente mozione approvata inConsiglio regionale a favore dell'abbattimento delle barriere -ha affermato Cattaneo. "L'evento nasce da un'esperienza personale che, come mamma,mi vede vivere quotidianamente le difficolta' attraverso miofiglio Luca - ha spiegato Daniela Maroni, promotricedell'evento -. L'obiettivo e' far capire cosa significa viveregiorno per giorno, affrontando le barriere architettoniche chela citta' presenta. Per raggiungerlo, non faremo grandi cose,chiederemo quelle cose semplici ma cosi' essenziali daannullare l'identita' dell'essere umano se gli vengono negate"."Con questo evento abbiamo voluto ribadire la necessita' dicostruire e rendere gli ambienti urbani non solo a misura ditutti, anche delle persone con disabilita', ma soprattuttofruibili - ha aggiunto Melazzini -. Perche', lo ricordo,chiunque in un contesto ambientale sfavorevole, puo' esserepersona con disabilita'". (AGI)Red/Fed