Crisi: oltre 3mila metalmeccanici in piazza a Milano

(AGI) - Milano, 12 mar. - Oltre 3mila lavoratori e delegatimetalmeccanici della Fim Cisl hanno manifestato questa mattinasotto Palazzo Lombardia per "dare la sveglia" a Regione eimprese. Secondo quanto fatto notare dal sindacato, infatti,non si allenta la morsa della crisi sull'industriametalmeccanica lombarda, visto che nel 2014 il ricorso allacassa integrazione straordinaria ha registrato un incrementodel 57% e ha coinvolto oltre 22mila lavoratori. Dai datidell'osservatorio Fim Lombardia - che questa mattina hamanifestato con lo slogan 'Idustriarsi per il lavoro', ilicenziamenti sono stati 8.277 e 1.343 le aziende in crisistrutturale. Oltre

(AGI) - Milano, 12 mar. - Oltre 3mila lavoratori e delegatimetalmeccanici della Fim Cisl hanno manifestato questa mattinasotto Palazzo Lombardia per "dare la sveglia" a Regione eimprese. Secondo quanto fatto notare dal sindacato, infatti,non si allenta la morsa della crisi sull'industriametalmeccanica lombarda, visto che nel 2014 il ricorso allacassa integrazione straordinaria ha registrato un incrementodel 57% e ha coinvolto oltre 22mila lavoratori. Dai datidell'osservatorio Fim Lombardia - che questa mattina hamanifestato con lo slogan 'Idustriarsi per il lavoro', ilicenziamenti sono stati 8.277 e 1.343 le aziende in crisistrutturale. Oltre 7mila, invece, i posti salvati grazieall'utilizzo di contratti di solidarieta' e cassa in deroga inalternativa ai licenziamenti. Per la manifestazione sonoarrivati da tutta la Lombardia i lavoratori delle principaliaziende metalmeccaniche interessate da vertenze per crisi oristrutturazione, come Tenaris di Dalmine, Franco Tosi diLegnano, Italtel di Milano, Alcatel e Bames di Vimercate."Dobbiamo uscire dall'emergenza - ha detto il segretariolombardo della Fim Cisl, Nicola Alberta - e vogliamo dare lasveglia a Regione e imprese, perche' condividano la priorita'del rilancio del settore e della salvaguardia dell'occupazionee si attivino concretamente per questi obiettivi". (AGI)Mi5/Car