Citta' Metropolitana: Iardino, in 3 liste su 4 no parita' genere

(AGI) - Milano, 23 set. - A pochi giorni dalle elezioni perl'assemblea della citta' metropolitana s'affaccia la questionedi genere. A sollevarla il consigliere comunale di Milano inquota Pd e candidata nella lista 'Centrosinistra per la citta'metropolitana', Rosaria Iardino, che ha fatto notare che, aparte quella nella quale figura, nessuna altra lista rispettail principio della parita' di genere. Secondo quanto fattonotare dalla consigliera, tra i 13 candidati della lista numero2, quella della Lega Nord, c'e' solo una donna. Nella listanumero 3 dal nome "Costituente per la partecipazione, la citta'dei comuni", su

(AGI) - Milano, 23 set. - A pochi giorni dalle elezioni perl'assemblea della citta' metropolitana s'affaccia la questionedi genere. A sollevarla il consigliere comunale di Milano inquota Pd e candidata nella lista 'Centrosinistra per la citta'metropolitana', Rosaria Iardino, che ha fatto notare che, aparte quella nella quale figura, nessuna altra lista rispettail principio della parita' di genere. Secondo quanto fattonotare dalla consigliera, tra i 13 candidati della lista numero2, quella della Lega Nord, c'e' solo una donna. Nella listanumero 3 dal nome "Costituente per la partecipazione, la citta'dei comuni", su 23 candidati solo 7 sono donne e infine nellalista numero 4, quella del centro destra, dal nome "Insieme perla citta' metropolitana" troviamo 2 donne e 18 uomini. E' quasirispettata, invece, la parita' di genere nella lista numero 1,quella del centro sinistra, che su 24 candidati ne presenta 11di sesso femminile. "Con queste premesse - ha detto Iardino -la sfida che con la nascita di questo nuovo ente amministrativostiamo per cogliere, parte in salita". La promessa e', qualorafosse elette, portera' il tema all'assemblea costituenteperche', ha spiegato, "dobbiamo scrivere uno Statuto moderno edall'avanguardia, che tenga conto di importanti sensibilita',come quella di mettere assolutamente sullo stesso piano lapolitica fatta dagli uomini con quella svolta dalle donne".(AGI)Mi5/Car