'Ndrangheta: Dda Milano sequestra a 'prestanome' beni per 5 mln

(AGI) - Milano, 15 lug. - La Dda di Milano ha proceduto alsequestro propedeutico alla confisca di prevenzione, di 124immobili, 3 societa' e 81 conti correnti bancari, per un valoredi oltre 5 milioni di euro, riconducibili a due professionistiritenuti legati alla 'ndrangheta. Il sequestro, disposto dallaSezione Autonoma Misura di Prevenzione del Tribunale di Milano,e' stato eseguito nel capoluogo lombardo ed in vari comunidelle province di Cremona, Biella e Bergamo, dagli agenti dellaSquadra Mobile di Milano, dai finanzieri del ComandoProvinciale della Guardia di Finanza di Cremona e daicarabinieri della Squadra Misure

(AGI) - Milano, 15 lug. - La Dda di Milano ha proceduto alsequestro propedeutico alla confisca di prevenzione, di 124immobili, 3 societa' e 81 conti correnti bancari, per un valoredi oltre 5 milioni di euro, riconducibili a due professionistiritenuti legati alla 'ndrangheta. Il sequestro, disposto dallaSezione Autonoma Misura di Prevenzione del Tribunale di Milano,e' stato eseguito nel capoluogo lombardo ed in vari comunidelle province di Cremona, Biella e Bergamo, dagli agenti dellaSquadra Mobile di Milano, dai finanzieri del ComandoProvinciale della Guardia di Finanza di Cremona e daicarabinieri della Squadra Misure di Prevenzione della Procuradella Repubblica di Milano, con il coordinamento delProcuratore Aggiunto Ilda Boccassini e del Pm Alessandra Dolci. Il provvedimento e' stato emesso nei confronti di duefratelli di origine calabrese titolari di due studi diconsulenza contabile a Milano ed in provincia di Cremonasospettati di essere i reali proprietari del patrimoniosequestrato, accumulato nel corso degli anni grazie adattivita' illegali e dissimulato mediante una fitta rete diprestanome. I due professionisti, entrambi indagati dalla DDAdi Milano per associazione per delinquere di stampo mafioso,sono sospettati di essere i contabili del sodalizio criminalefacente capo alla famiglia Mangano, decapitato lo scorsosettembre dall'emissione di provvedimenti di cattura che sonostati eseguiti dalla Squadra Mobile di Milano a seguito diindagini condotte dalla DDA del capoluogo lombardo. Gia' inpassato i due professionisti erano stati oggetto di indaginicondotte da varie forze di polizia, tra le quali la Tenenzadella Guardia di Finanza di Crema che recentemente avevaindividuato un fitto reticolo di societa' utilizzate per unaconsistente frode fiscale (128 milioni di euro di baseimponibile evasa e fatture false per oltre 94 milioni) e messea disposizione dei sodalizi criminali per riciclare il denaro.(AGI) Red/Car