Salute: Liguria firma Carta Diritti malati SM

(AGI) - Genova, 2 lug. - La Regione Liguria ha sottoscritto nelpomeriggio la Carta dei Diritti delle persone affette dasclerosi multipla, una grave patologia degenerativa checolpisce prevalentemente le persone giovani. La carta fissaprincipi e modalita' per affrontare al meglio l'emergenzasclerosi multipla impegnandosi per garantire i diritti allasalute, alla ricerca, all'autodeterminazione, all'inclusionesociale, al lavoro, all'informazione e alla partecipazioneattiva. La Carta, presentata in Regione dal presidentenazionale della Fondazione italiana sclerosi multipla MarioAlberto Battaglia, e' stato firmata dall'assessore allePolitiche Sociali e Terzo Settore, Lorena Rambaudi, che, con ilcolleghi Claudio Montaldo (Salute)

(AGI) - Genova, 2 lug. - La Regione Liguria ha sottoscritto nelpomeriggio la Carta dei Diritti delle persone affette dasclerosi multipla, una grave patologia degenerativa checolpisce prevalentemente le persone giovani. La carta fissaprincipi e modalita' per affrontare al meglio l'emergenzasclerosi multipla impegnandosi per garantire i diritti allasalute, alla ricerca, all'autodeterminazione, all'inclusionesociale, al lavoro, all'informazione e alla partecipazioneattiva. La Carta, presentata in Regione dal presidentenazionale della Fondazione italiana sclerosi multipla MarioAlberto Battaglia, e' stato firmata dall'assessore allePolitiche Sociali e Terzo Settore, Lorena Rambaudi, che, con ilcolleghi Claudio Montaldo (Salute) e Pippo Rossetti(Formazione), anch'essi aderenti all'iniziativa dellaFondazione, formalizzera' il tutto con un atto della Giuntaregionale. "Mettere al centro i casi di sclerosi multipla nonsolo per quanto riguarda le cure, ma anche come persone, permantenere e migliorare la loro qualita' della vita - haspiegato Rambaudi - e' una visione in sintonia con il pianosociale integrato e tutti i tavoli di lavoro. Un lavoro volto asuperare le prestazioni e le attivita' e i servizi dei singoliassessorati, mettere la persona al centro e avvicinarsi conun'assistenza integrata e complessiva, affiancando alle cureanche tutti gli altri aspetti enunciati molto bene dalla cartache abbiamo firmato". (AGI)Ge2/Sep