Regionali: Tar Liguria, no aumento consiglieri maggioranza Toti

(AGI) - Genova, 25 set. - Il presidente della II sezione delTar Liguria, Roberto Pupilella, ha respinto "in quantoinfondato", il ricorso presentato dal governatore Giovanni Totia nome di tutta la coalizione di centro destra per chiedere treconsiglieri regionali in piu' oppure, in subordine, dueconsiglieri in piu' a scapito di un consigliere di minoranza(Pd). Ad oggi, infatti, nonostante il 34 per cento raggiuntodalla coalizione di centro destra alle urne, Toti puo' contaresu una maggioranza di 15 consiglieri, piu' lo stessopresidente, a fronte dei 15 consiglieri di opposizione. Ilricorso era stato presentato

(AGI) - Genova, 25 set. - Il presidente della II sezione delTar Liguria, Roberto Pupilella, ha respinto "in quantoinfondato", il ricorso presentato dal governatore Giovanni Totia nome di tutta la coalizione di centro destra per chiedere treconsiglieri regionali in piu' oppure, in subordine, dueconsiglieri in piu' a scapito di un consigliere di minoranza(Pd). Ad oggi, infatti, nonostante il 34 per cento raggiuntodalla coalizione di centro destra alle urne, Toti puo' contaresu una maggioranza di 15 consiglieri, piu' lo stessopresidente, a fronte dei 15 consiglieri di opposizione. Ilricorso era stato presentato sulla base della legge 165/2004(in base alla quale i sistemi elettorali devono garantire lagovernabilita') e della legge elettorale nazionale 43/1995(che, applicabile in mancanza di una legge elettorale ligure,prevede oltre al listino un premio di maggioranza fino al 55per cento dei seggi). L'avvocato Daniele Granara, legale delgovernatore Toti, ha annunciato che, non appena sarannodepositate, entro dieci giorni, le motivazioni della sentenza,presentera' ricorso in Consiglio di Stato. "Le nostre ragioni -ha spiegato Granara - sono state espresse in modo chiaro einoppugnabile: il presidente della Regione deve in ogni modoavere la maggioranza in Consiglio regionale, almeno con il 55per cento dei seggi. Anche lasciando fermo a 30 il numeromassimo di consiglieri, il rapporto tra maggioranza e minoranzadeve essere di 16 consiglieri a 14. Non capisco come il Tar nonabbia potuto comprendere questo principio maggioritario che -ha concluso - e' ineludibile". Secondo il Partito Democratico ei consiglieri di minoranza Giovanni Lunardon e Raffaella Paita(entrambi Pd), rappresentati in giudizio dall'avvocato LorenzoCuocolo, bisogna tener conto sia del Decreto Monti (2011) siadello Statuto regionale della Liguria, modificato nel 2013, cheprevedono entrambi un numero massimo di consiglieri regionalipari a 30. "Siamo molto soddisfatti - ha commentato l'avvocatoLorenzo Cuocolo, legale dei consiglieri regionali GiovanniLunardon e Raffaella Paita (entrambi del Pd) e del PartitoDemocratico - che sia passata la nostra linea. Con la vittoriadi oggi segnamo un due a zero secco, perche' abbiamo vintoprima davanti alla Commissione elettorale e oggi davanti alTar, che ha ritenuto di confermare l'orientamento gia' espressodai magistrati di Corte d'Appello della Commissione elettorale.Se i ricorrenti - conclude Cuocolo - riterranno di insistere ericorrere anche al Consiglio di Stato, noi non ci tireremoindietro e sosterremo anche in quella sede le nostre ragioni".(AGI)Ge2/Pgi