Regionali: Paita, candidatura Pastorino per indebolire Pd

(AGI) - Genova, 23 mar. - "Mi dispiace per la scelta di Luca.Avrebbe potuto candidarsi e sfidarmi alle Primarie, sarebbestata una sfida avvincente. Ora, in una competizione a turnosecco e senza ballottaggi, la candidatura di adesso ha il soloobiettivo di indebolire il Pd a cui andrebbe forse un po' piu'di riconoscenza visto che al Parlamento e' arrivato propriograzie al Partito Democratico". Cosi' Raffaella Paita,vincitrice delle primarie in Liguria e candidata del Pd allapresidenza della Regione Liguria, commenta la candidatura delsindaco di Bogliasco, il civatiano Luca Pastorino, che oggi haannunciato anche

(AGI) - Genova, 23 mar. - "Mi dispiace per la scelta di Luca.Avrebbe potuto candidarsi e sfidarmi alle Primarie, sarebbestata una sfida avvincente. Ora, in una competizione a turnosecco e senza ballottaggi, la candidatura di adesso ha il soloobiettivo di indebolire il Pd a cui andrebbe forse un po' piu'di riconoscenza visto che al Parlamento e' arrivato propriograzie al Partito Democratico". Cosi' Raffaella Paita,vincitrice delle primarie in Liguria e candidata del Pd allapresidenza della Regione Liguria, commenta la candidatura delsindaco di Bogliasco, il civatiano Luca Pastorino, che oggi haannunciato anche le proprie dimissioni dal Pd e dal Gruppo allaCamera. Paita sottolinea che "io a Venezia avrei sostenutoCasson, perche' penso che l'esito delle Primarie vadarispettato anche quando non ci piace". Secondo la candidatapresidente della Regione per il Partito Democratico "ilballetto a cui abbiamo assistito in questi giorni nellasinistra radicale ha avuto tanto il sapore di giochetti diposizionamento. Aspetto ancora i contenuti e le proposte. Sfidolui e tutti gli altri miei avversari a un confronto. Aspettoluogo e data. Sulle idee - conclude - non c'e' partita".(AGI)Ge2/Mav