Referendum: Toti (FI), momento chiave rinascita centrodestra

(AGI) - Genova 1 ago. - "Mi sembra del tutto chiaro che il no al referendum debb...

(AGI) - Genova 1 ago. - "Mi sembra del tutto chiaro che il no al referendum debba essere un momento chiave per la nascita di un centrodestra rinnovato e con prospettive di governo". Lo ha detto Giovanni Toti, governatore ligure e consigliere politico di Forza Italia, a margine di una iniziativa sui beni culturali. "Il centrodestra e' semplice. E' storicamente e attualmente costituito dalle forze che facevano parte del governo Berlusconi che sono Lega, Forza italia e Fratelli d'italia che e' una costola del Pdl. Tutte forze che attualmente definite nell'area del no al referendum. Quindi mi sembra del tutto chiaro che i partiti del centrodestra che faranno la campagna referendaria devono avere l'accortezza, ma anche la responsabilita' di usare il no al referendum anche per costruire una serie di si' al Paese che vogliamo: un Paese piu' sicuro, con meno immigrazione, soprattutto immigrazione selvaggia come quella che conosciamo adesso, con politiche di sviluppo che non siano quelle che hanno fallito del governo Renzi. Questi sono i perimetri del centrodestra. Dopodiche' mi auguro che ci sia una maggioranza la piu' larga possibile" ha detto Toti. "Il centrodestra si deve ricostruire da un chiaro e secco no al referendum, da una chiara presa di posizione sul fatto che perso il referendum questo governo si deve dimettere. Le forze politiche non hanno bisogno di attendere per cominciare gia' in Parlamento - nella loro autonomia - a ragionare di una legge elettorale che possa valere anche per il Senato. Si deve tornare al piu' presto a votare per ridare a questo Paese un governo eletto dai cittadini dopo tre governi non eletti da nessuno. Questa e' la piattaforma politica: chi ci sta per quanto mi riguarda e' piu' che benvenuto. Chi dovesse pensare al contrario, a centri, centrini o centrotavola, a tutto quello che non riguarda uno schieramento di forze che hanno dimostrato di avere radicamento e consenso come Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia, credo che vada nella direzione sbagliata. Non ci sono i numeri per farlo: e' l'aritmetica che ce lo dice prima ancora che la politica" ha concluso Toti. (AGI)
Ge4/Mav