Porti: Burlando, settore strategico sia al centro azione Governo

(AGI) - Genova, 5 mar. - "La portualita' e' un settorestrategico, un pezzo piu' forte della nostra economia e quelloche va meglio. In Liguria, transhipment escluso, passa il 60per cento della merce che entra in Italia via mare. Rimetteremoal centro questo tema e rivendicheremo il diritto che, a questopunto, dopo la conclusione delle prime e piu' urgentiincombenze, la questione della portualita' venga messa alcentro dell'azione di Palazzo Chigi". Cosi' il presidente dellaRegione Liguria, Claudio Burlando, in occasione dellapresentazione dei tre interventi in via di realizzazione nelporto di Savona: la piattaforma

(AGI) - Genova, 5 mar. - "La portualita' e' un settorestrategico, un pezzo piu' forte della nostra economia e quelloche va meglio. In Liguria, transhipment escluso, passa il 60per cento della merce che entra in Italia via mare. Rimetteremoal centro questo tema e rivendicheremo il diritto che, a questopunto, dopo la conclusione delle prime e piu' urgentiincombenze, la questione della portualita' venga messa alcentro dell'azione di Palazzo Chigi". Cosi' il presidente dellaRegione Liguria, Claudio Burlando, in occasione dellapresentazione dei tre interventi in via di realizzazione nelporto di Savona: la piattaforma Maersk del porto di Vado, lanuova sede dell'Autorita' Portuale e il ponte per ilporticciolo turistico della Vecchia darsena. La nuova piastramultifunzionale del porto di Vado Ligure, commissionatadall'Autorita' portuale di Savona, e' stata finanziata con 350milioni di euro da fondi statali, da una quota a carico delconcessionario e da un'altra a carico dell'Autorita' Portualesavonese. I lavori, iniziati a settembre 2012, termineranno adicembre 2017. E' l'opera piu' importante del piano regolatoredel porto di Savona: per realizzarla e' stato indetto un bandoeuropeo di project financing. La piattaforma e' situata nellarada di Vado, tra il terminal traghetti e la foce del torrenteSegno: vi trovera' posto, tra l'altro, un terminal container,con capacita' di movimentazione annua pari a 800.000 teus(unita' di misura dei container, ndr). L'opera sara' dotata diun raccordo viario, non interferira' con il traffico cittadinoe sara' direttamente collegata al sistema autostradale e allapiastra di interscambio ferroviario del retroporto. I lavoriper la nuova sede dell'Autorita' Portuale savonese, iniziati aluglio 2011, termineranno ad agosto 2015 e la struttura sara'operativa per il dicembre successivo. L'edificio, situato fral'area di trasformazione della vecchia darsena e l'areaportuale commerciale, risponde all'esigenza di unificare gliuffici (adesso in parte decentrati), e di trovare unasistemazione piu' idonea al ruolo istituzionale e dirappresentanza. Il progetto per il nuovo ponte all'imboccaturadella Vecchia darsena, poi, e' stato commissionato e finanziatodall'Autorita' Portuale di Savona. I lavori, iniziati nelluglio 2012, termineranno entro il prossimo mese di aprile.L'opera, di tipo girevole a due ante, consentira' di realizzareun collegamento tra la zona portuale che ospita il terminalcrociere e il centro cittadino. Hanno partecipato all'incontroanche il sindaco e l'assessore ai Lavori pubblici di Vado,rispettivamente Monica Giuliano e Sergio Verdino, il presidentedell'Autorita' Portuale, Gian Luigi Miazza e l'amministratoredelegato Italia di APM Maersk, Carlo Merli. (AGI)Ge2/Sep