Peculato: pm chiede 3 anni e 6 mesi per notaio genovese

(AGI) - Genova 30 set. - Tre anni e sei mesi di reclusione peril reato di peculato. Questa la richiesta avanzata stamani dalpm Francesco Pinto a carico di un notaio genovese. Nell'udienzadi stamani, di fronte ai giudici del tribunale penale, lapubblica accusa ha ricostruito la vicenda di cui l'uomo e'accusato. In sintesi, il notaio avrebbe trattenuto troppo alungo una caparra del valore di 50mila euro versata comecauzione in attesa che fossero eseguite verifiche sul bilancioconsuntivo nell'ambito di una compravendita societaria.Conclusa l'operazione, la cauzione sarebbe dovuta tornare nellamani del legittimo proprietario,

(AGI) - Genova 30 set. - Tre anni e sei mesi di reclusione peril reato di peculato. Questa la richiesta avanzata stamani dalpm Francesco Pinto a carico di un notaio genovese. Nell'udienzadi stamani, di fronte ai giudici del tribunale penale, lapubblica accusa ha ricostruito la vicenda di cui l'uomo e'accusato. In sintesi, il notaio avrebbe trattenuto troppo alungo una caparra del valore di 50mila euro versata comecauzione in attesa che fossero eseguite verifiche sul bilancioconsuntivo nell'ambito di una compravendita societaria.Conclusa l'operazione, la cauzione sarebbe dovuta tornare nellamani del legittimo proprietario, un imprenditore genovese. Macio' non avvenne e l'uomo, attraverso l'avvocato EmanueleLamberti, presento' un esposto in procura. Lamberti sostieneche la somma fu resa con gli interessi, ma il procedimento hapreso corpo ugualmente. L'udienza e' stata aggiornata al 13ottobre, data in cui l'avvocato difensore del notaio, EnricoScopesi, pronuncera' la sua arringa. Quindi e' attesa lasentenza. (AGI)Ge1/Sep