Padre e figlio uccisi per un apprezzamento a una ragazza

Confessa l'uomo che ha aperto il fuoco davanti a un bar di Genova

Padre e figlio uccisi per un apprezzamento a una ragazza
Auto Polizia  

Genova - Ha confessato di aver ucciso a colpi di pistola Adriano e Walter Lamberti, padre e figlio di 51 e 27 anni, l'uomo fermato nella notte, dopo la sparatoria avvenuta di fronte a un locale di Pegli, nel ponente di Genova. Il presunto killer è Salvatore Maio, ha 61 anni, di origini calabresi, ma residente a Genova. Secondo quanto appreso, Maio avrebbe detto alla polizia di aver sparato per un apprezzamento nei confronti di una ragazza, fatto da Walter Lamberti, all'interno del bar. La confessione è arrivata dopo il fermo. Maio, a seguito del diverbio, è tornato nel bar dove si trovavano padre e figlio, usando l'auto della moglie poi, dopo aver sparato, è fuggito a piedi rifugiandosi nella casa di un parente dove è stato trovato dalla polizia. Il 51enne è morto subito per la ferita d'arma da fuoco all'addome. Il figlio, Walter, è deceduto invece in ospedale. (AGI)