Maltempo: Paita, da fondi Governo 50 mln per sicurezza Tigullio (2)

(AGI) - Genova, 5 dic. - In particolare nel Tigullio "i 50milioni serviranno - ha spiegato l'assessore alla ProtezioneCivile - per la realizzazione del canale scolmatore deitorrenti S. Siro e Magistrato nel Comune di S. MargheritaLigure, per la sistemazione idraulica del primo lotto deltorrente San Francesco a Rapallo, per la sistemazione deltorrente Rupinaro e del rio Campodonico a Chiavari e per lavoridi regimazione idraulica del rio Rezza a Lavagna". Paita ha poispiegato che "la scelta di finanziare questi interventi daparte della struttura di missione di Palazzo Chigi non e' statadiscrezionale

(AGI) - Genova, 5 dic. - In particolare nel Tigullio "i 50milioni serviranno - ha spiegato l'assessore alla ProtezioneCivile - per la realizzazione del canale scolmatore deitorrenti S. Siro e Magistrato nel Comune di S. MargheritaLigure, per la sistemazione idraulica del primo lotto deltorrente San Francesco a Rapallo, per la sistemazione deltorrente Rupinaro e del rio Campodonico a Chiavari e per lavoridi regimazione idraulica del rio Rezza a Lavagna". Paita ha poispiegato che "la scelta di finanziare questi interventi daparte della struttura di missione di Palazzo Chigi non e' statadiscrezionale ma si e' basata su due criteri precisi: l'indicedi rischio, in quanto il nostro territorio e' statoparticolarmente colpito durante le ultime alluvioni, e lo statodella progettazione, che per tutte queste opere e' in fasemolto avanzata grazie al lavoro svolto dai Comuni in questianni. Il problema - ha concluso Paita - e' che negli anniscorsi i soldi non sono mai arrivati mentre ora ci sono e noili useremo con grande meticolosita' e soprattutto velocemente".Dei 379 milioni assegnati alla Liguria per interventi contro ildissesto idrogeologico, 325 milioni riguardano opere sulterritorio di Genova. Tra queste l'adeguamento idraulicostrutturale del tratto terminale del torrente Bisagno (95milioni di euro) e il suo scolmatore (165 milioni), la messa insicurezza del tratto terminale del torrente Chiaravagna,esondato nell'ottobre del 2010 durante l'alluvione del 4ottobre (12,7 milioni), la sistemazione idraulica del RioFegino (3 milioni), la realizzazione dello scolmatore del rioVernazza e l'adeguamento del tratto del torrente Sturla (8milioni). Per quanto riguarda la realizzazione dello scolmatoredel rio Fereggiano, sono gia' stati stanziati 45 milioniprovenienti in parte dal Piano nazionale delle Citta' (25milioni), in parte da un mutuo acceso dal Comune di Genova (15milioni) e in parte dalla Regione Liguria (5 milioni). (AGI)Ge2/Gav