Liguria: Toti, Giunta? No logiche da manuale Cencelli

(AGI) - Genova, 27 giu. - Per la formazione della Giunta "nonci sono trattative in corso. Dobbiamo ricordare a noi stessicome e perche' abbiamo vinto queste elezioni e non perderequella filosofia e quella energia che ci ha portato a vinceredove tutti ci davano sconfitti in partenza. Non abbiamo vintoper la somma dei partiti o con il manuale Cencelli. Credo chela sfida che abbiamo di fronte vada oltre le aspettative deisingoli". Cosi' il presidente della Regione Liguria, GiovanniToti, in chiusura della giornata di lavoro organizzata alMonastero Santa Croce di Bocca di Magra,

(AGI) - Genova, 27 giu. - Per la formazione della Giunta "nonci sono trattative in corso. Dobbiamo ricordare a noi stessicome e perche' abbiamo vinto queste elezioni e non perderequella filosofia e quella energia che ci ha portato a vinceredove tutti ci davano sconfitti in partenza. Non abbiamo vintoper la somma dei partiti o con il manuale Cencelli. Credo chela sfida che abbiamo di fronte vada oltre le aspettative deisingoli". Cosi' il presidente della Regione Liguria, GiovanniToti, in chiusura della giornata di lavoro organizzata alMonastero Santa Croce di Bocca di Magra, nello spezzino, con lasua nuova maggioranza di centro destra. Tra gli ospiti dellagiornata, il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, e ilpresidente del Gruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati,Renato Brunetta. Secondo Toti, il centrodestra in Liguria ha vinto "perche'si e' trovata una squadra di persone che hanno trovato unaffiatamento umano e politico tale da produrre quel quid dienergia in piu' che ci ha portato a sconfiggere un chi,dall'altra parte, quel quid in piu' l'aveva completamenteperso, ingessato in procedure da manuale Cencelli che nonvorrei ripercorrere. Lo dico a me stesso e ai consiglieri dimaggioranza, ai dirigenti politici: quella buona pratica che ilcentro destra ha saputo riscoprire in questa regione non vapersa di fronte alle legittime aspirazioni di ciascuno. Credo -ha proseguito il governatore ligure - che la sfida che abbiamodi fronte vada oltre le aspettative dei singoli. Io mi pongo unobiettivo piu' vasto: non solo quello di governare bene questaregione ma di farne anche un modello sperimentale di nuovapolitica dove i partiti collaborano sotto forme di contenutoche vanno oltre gli steccati ideologici. Questo "melting pot"creativo e' stato dato da fattori che esulano la politicanormale: la Lega ha rinunciato ad un ottimo candidato che eragia' in corsa, Forza Italia ha speso un suo dirigentenazionale, i governatori delle regioni accanto hanno fatto iltifo, i sindaci di varie sensibilita' si sono messi insieme.Sono tutte cose che fanno parte di quella nuova politica che icittadini hanno apprezzato e che non va persa per strada pertornare ai vecchi riti della politica perche' cosi' - haconcluso - io non ci staro' mai".(AGI)ge2/Mal

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it