Ilva: Landini (Fiom), non sia una nuova Alitalia, serve rilancio

(AGI) - Genova, 12 dic. - "Non deve essere una nuova Alitalia,non dobbiamo essere noi ad accollarci i debiti. La siderurgia el'Ilva sono strategici per il paese" e per questo "e'necessario un intervento diretto dello stato ma con lasicurezza di investimenti e un piano serio di rilancio". Cosi'il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, in piazzaa Genova per lo sciopero generale indetto da Cgil e Uil, circal'ipotesi di un intervento dello stato nell'assettoproprietario dell'Ilva. Secondo Landini un eventuale interventopubblico "non deve essere un regalo. Se non arrivano risposte -ha concluso

(AGI) - Genova, 12 dic. - "Non deve essere una nuova Alitalia,non dobbiamo essere noi ad accollarci i debiti. La siderurgia el'Ilva sono strategici per il paese" e per questo "e'necessario un intervento diretto dello stato ma con lasicurezza di investimenti e un piano serio di rilancio". Cosi'il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, in piazzaa Genova per lo sciopero generale indetto da Cgil e Uil, circal'ipotesi di un intervento dello stato nell'assettoproprietario dell'Ilva. Secondo Landini un eventuale interventopubblico "non deve essere un regalo. Se non arrivano risposte -ha concluso - da lunedi' penseremo alle iniziative da metterein campo".(AGI)Ge2/Mav