Ilva: Burlando, intesa garantisce continuita' reddito a Genova

(AGI) - Genova, 19 set. - "La bozza di accordo a livellolocale e' stata raggiunta. Bisogna adesso formalizzare con ilgoverno, le istituzioni locali e le parti sociali la modificadell'accordo di programma del 2005, perche' l'intesa sugliammortizzatori sociali si potra' applicare solo a seguito dellamodifica di quell'accordo. Oggi pero' possiamo dire, al 99 percento, di poter garantire la continuita' di reddito ailavoratori dell'Ilva di Genova in quest'ultima fase che siconcludera' con l'arrivo del nuovo azionista". Cosi' ilpresidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, sulla bozzadi accordo raggiunta oggi a Genova sul futuro

(AGI) - Genova, 19 set. - "La bozza di accordo a livellolocale e' stata raggiunta. Bisogna adesso formalizzare con ilgoverno, le istituzioni locali e le parti sociali la modificadell'accordo di programma del 2005, perche' l'intesa sugliammortizzatori sociali si potra' applicare solo a seguito dellamodifica di quell'accordo. Oggi pero' possiamo dire, al 99 percento, di poter garantire la continuita' di reddito ailavoratori dell'Ilva di Genova in quest'ultima fase che siconcludera' con l'arrivo del nuovo azionista". Cosi' ilpresidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, sulla bozzadi accordo raggiunta oggi a Genova sul futuro degli oltre 1700lavoratori dell'Ilva di Cornigliano. La bozza sara' inviata alministero del Lavoro per la ratifica. "Nelle prossime ore, almassimo lunedi' - ha aggiunto Burlando - dovremmo ricevere laproposta formale di modifica dell'accordo di programma del 2005che dovra' essere siglata da tutti i firmatari in viatelematica. Concluso questo passaggio, anche l'intesa sugliammortizzatori potra' essere ratificata e sottoscritta alministero del Lavoro in modo da far partire, il primo ottobre,la cassa in deroga con i lavori di pubblica utilita' adintegrazione del salario". Secondo il presidente della RegioneLiguria, "una volta conclusa questa delicatissima vertenza suCornigliano, l'aspetto piu' importante sara' capire chidiventera' proprietario dell'Ilva, quale piano industrialepresentera', quanto investira' sull'ambientalizzazione e qualilivelli occupazionali sara' in grado di garantire a regime.Speriamo - ha concluso - di avere presto un quadro complessivopiu' chiaro sul futuro dell'Ilva". (AGI)Ge2/Sep