Edilizia: Paita lavoro a disoccupati locali sia modello per opere

(AGI) - Genova, 5 mar. - Dopo l'esperienza del Terzo valico el'accordo siglato all'inizio dello scorso novembre con il Cocivche ha poi assunto un primo gruppo di 50 lavoratori edili senzalavoro provenienti dal territorio ligure, la Regione Liguria,aderendo ad una richiesta delle organizzazioni sindacali, vuoleestendere quel modello anche alle altre opere che verrannorealizzate nei prossimi anni per favorire la ricaduta degliinvestimenti sui disoccupati locali. Lo ha comunicato oggil'assessore regionale alle Infrastrutture, Raffaella Paita,durante l'incontro in Regione con le organizzazioni sindacalidi categoria degli edili a cui hanno preso parte anche gli

(AGI) - Genova, 5 mar. - Dopo l'esperienza del Terzo valico el'accordo siglato all'inizio dello scorso novembre con il Cocivche ha poi assunto un primo gruppo di 50 lavoratori edili senzalavoro provenienti dal territorio ligure, la Regione Liguria,aderendo ad una richiesta delle organizzazioni sindacali, vuoleestendere quel modello anche alle altre opere che verrannorealizzate nei prossimi anni per favorire la ricaduta degliinvestimenti sui disoccupati locali. Lo ha comunicato oggil'assessore regionale alle Infrastrutture, Raffaella Paita,durante l'incontro in Regione con le organizzazioni sindacalidi categoria degli edili a cui hanno preso parte anche gliassessori alle Politiche Abitative, Giovanni Boitano eall'Urbanistica Gabriele Cascino. "L'obiettivo - ha spiegatoPaita - e' quello di intercettare una ripresa, anche se minima,che si e' manifestata a Genova nel settore delle compravenditeimmobiliari con un + 15 per cento, per farla coincidere con unaripresa piu' strutturale del settore dell'edilizia che comunquefa registrare in Liguria 4000 posti di lavoro persi negliultimi due anni. A questo proposito - prosegue - nei prossimigiorni verranno convocati tavoli regionali con i rappresentantidelle imprese aggiudicatarie dei principali lavori al nastro dipartenza in Liguria, per favorire ricadute degli investimentisui disoccupati locali. Tra le opere in questione, oltreall'ospedale della Spezia, la ripresa del terzo lotto dellavariante di Spezia, la statale della Val Trebbia e lacontinuazione del Terzo Valico ferroviario. Con l'assessoreRenzo Guccinelli - conclude Paita - abbiamo gia' concordato suuna nuova riunione del tavolo sullo sviluppo, per tracciare unbilancio sulle azioni piu' importanti messe in atto e anche sunuove iniziative che possono riguardare, tra l'altro, il pianocasa e il social housing". (AGI)Ge2/Sep