Crisi: Vivoli (Confesercenti), ripartenza lenta e squilibrata

(AGI) - Genova, 22 giu. - "Abbiamo dovuto attendere il 2015 pervedere, finalmente, qualche segnale di risveglio della nostraeconomia. Ma si e' trattato di una ripartenza lenta esquilibrata. L'inversione di tendenza c'e', ma non e' stataancora percepita dalle Pmi". Cosi' il presidente diConfesercenti, Massimo Vivoli, nella sua relazioneall'assemblea nazionale in corso a Genova. "Da un'indagine cheabbiamo condotto - ha aggiunto Vivoli - sugli imprenditoriitaliani, emerge che il 51 per cento delle imprese si trovaancora nella stessa situazione dello scorso anno e che il 31per cento ha registrato un ulteriore calo.

(AGI) - Genova, 22 giu. - "Abbiamo dovuto attendere il 2015 pervedere, finalmente, qualche segnale di risveglio della nostraeconomia. Ma si e' trattato di una ripartenza lenta esquilibrata. L'inversione di tendenza c'e', ma non e' stataancora percepita dalle Pmi". Cosi' il presidente diConfesercenti, Massimo Vivoli, nella sua relazioneall'assemblea nazionale in corso a Genova. "Da un'indagine cheabbiamo condotto - ha aggiunto Vivoli - sugli imprenditoriitaliani, emerge che il 51 per cento delle imprese si trovaancora nella stessa situazione dello scorso anno e che il 31per cento ha registrato un ulteriore calo. Solo il 17 per centoha rilevato segnali di ripresa. Non basta. Ora - ha affermatoVivoli - dobbiamo lavorare per uscire dal clima di continuaemergenza".(AGI)Ge2/Mav

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it