Chiesa: Bagnasco, societa' forte se fondata su famiglia e lavoro (3)

(AGI) - Genova, 24 giu. - "Il lavoro - ha proseguito ilcardinale Bagnasco - oggi e' una terra incerta, e la famigliae' sempre piu' attaccata dal pensiero unico che la ritiene unferro vecchio. La si vuole aggiornare - cosi' si dice -rendendo sempre piu' deboli i legami, dimenticando gliinteressi prioritari dei figli, che hanno bisogno di un padre euna madre certi e stabili; la si intende equiparare ad altreforme incomparabili; non la si sostiene a sufficienzanell'insostituibile missione di generare ed educare nuove vite.E cosi' la societa' diventera' sempre piu' debole, in

(AGI) - Genova, 24 giu. - "Il lavoro - ha proseguito ilcardinale Bagnasco - oggi e' una terra incerta, e la famigliae' sempre piu' attaccata dal pensiero unico che la ritiene unferro vecchio. La si vuole aggiornare - cosi' si dice -rendendo sempre piu' deboli i legami, dimenticando gliinteressi prioritari dei figli, che hanno bisogno di un padre euna madre certi e stabili; la si intende equiparare ad altreforme incomparabili; non la si sostiene a sufficienzanell'insostituibile missione di generare ed educare nuove vite.E cosi' la societa' diventera' sempre piu' debole, in mano apoteri forti". Al contrario, secondo il presidente della Cei"la societa' e' forte solo se si fonda sulla verita' dellafamiglia com'e' sempre stata e da cui veniamo; e se mette incampo tutte le energie per difendere e creare occupazione pertutti. E' forte non per escludere ma per includere, non perritirarsi ma per allargare l'orizzonte in modo intelligente eordinato. E' forte se, come il Battista, ha il coraggio di direla verita' senza cedere ai luoghi comuni, a chi urla, a chi hapiu' megafoni per farsi sentire". Il porporato ha poi esortatoi fedeli sia a "non temere" sia a "non permettere che i cattiviesempi di malaffare e di corruzione, di incompetenza e diincapacita', uccidano la fiducia negli altri" perche' "vivereinsieme e' possibile; sognare insieme il futuro e' possibile;costruire, come muratori esperti, una societa' che sia casacomune e' possibile, non rinnegare - ha concluso - ma amare lenostre radici e' possibile e saggio". (AGI)Ge2/Gav