Ambiente: Burlando, impegnati 60mln per bonifica ex Stoppani

(AGI) -Genova, 27 giu. - "Abbiamo deciso di presentarel'intervento di bonifica della ex Stoppani in coincidenza conla fine del lavoro sia del Prefetto di Genova, qualecommissario, sia dell'assessore regionale all'Ambiente, RenataBriano, in quanto eletta al Parlamento europeo e assente oggiperche' convocata a firmare l'opzione con cui accetta il nuovoincarico. Con questi ultimi lavori l'impegno economico sullearee dell'ex Stoppani sale a 60 milioni di euro, prova che unpezzo di strada e' stato fatto". Cosi' il presidente dellaRegione Liguria, Claudio Burlando, presentando l'intervento dimessa in sicurezza complessiva del sito ex Stoppani di

(AGI) -Genova, 27 giu. - "Abbiamo deciso di presentarel'intervento di bonifica della ex Stoppani in coincidenza conla fine del lavoro sia del Prefetto di Genova, qualecommissario, sia dell'assessore regionale all'Ambiente, RenataBriano, in quanto eletta al Parlamento europeo e assente oggiperche' convocata a firmare l'opzione con cui accetta il nuovoincarico. Con questi ultimi lavori l'impegno economico sullearee dell'ex Stoppani sale a 60 milioni di euro, prova che unpezzo di strada e' stato fatto". Cosi' il presidente dellaRegione Liguria, Claudio Burlando, presentando l'intervento dimessa in sicurezza complessiva del sito ex Stoppani di Cogoleto(industria chimica fondata nei primi anni del Novecento chiusanel 2003, ndr), insieme al prefetto di Genova, GiuseppeBalsamo, commissario delegato all'attuazione della bonificadell'impianto. "Quando si inizio' a lavorare - ha spiegato Burlando - ilcromo esavalente, il cui limite di legge e' di 5 microgrammiper litro, aveva raggiunto i 250.000 microgrammi per litro.Oggi il livello e' di 10.000 microgrammi per litro e ogni annoquesto dato migliora grazie ai sistemi di depurazione dellefalde. Si e' fatto un lungo lavoro, che dovra' proseguireancora". I lavori sono stati commissionati dalla gestionecommissariale incaricata dalla Presidenza del Consiglio deiministri per l'emergenza della ex Stoppani per un importocomplessivo di 60.213.123 euro provenienti da fondi delministero dell'Ambiente, della Provincia di Genova e da oneriderivanti dallo sfruttamento della discarica di Molinetto. Ilavori, iniziati nel luglio 2007, si concluderanno a finedicembre 2016. Tre anni dopo la cessazione dell'attivita' della fabbrica,nel 2006 fu decretato lo stato di emergenza per il Sito diinteresse nazionale (Sin) Stoppani a causa della gravesituazione ambientale e sanitaria in cui si trovava. Gliinterventi di messa in sicurezza e bonifica del sito si sonosviluppati dal 2007 ad oggi e hanno riguardato lo smaltimentodi rifiuti, lo smantellamento di parte delle strutturefortemente contaminate e fatiscenti, la realizzazione diimpianti all'interno dell'area privata, la bonifica degliarenili con l'asportazione della sabbia contaminata nell'areapubblica ad Arenzano e Cogoleto e gli interventi di messa insicurezza della discarica di Molinetto, seppure situata al difuori dell'area, ma lasciata in stato di abbandono da parte delproprietario fallito. Nel corso degli anni e' stata garantitala conduzione costante dell'area soprattutto per la gestionedell'impianto di trattamento delle acque di falda che haassicurato, dal 2007 ad oggi, il mancato sversamento a mare dioltre 60 tonnellate di cromo esavalente. La quantificazioneeconomica del danno ambientale prodotto dalla fabbrica Stoppanie' stato quantificato in circa un miliardo e 250 milioni dieuro dalla Corte di Cassazione.(AGI) Ge2/Bru