Sanita': Zingaretti, rifacciamo gli ospedali del Lazio

(AGI) - Roma, 21 lug. - Il decreto 232, firmato dal governatoredella regione Lazio Nicola Zingaretti il 15 luglio, hasbloccato i fondi statali previsti dall'ex articolo 20 dellalegge 67/88 per l'edilizia sanitaria, che permette direcuperare i fondi non utilizzati dal 1998 al 2007 perl'ammodernamento delle infrastrutture sanitarie. "Oggi unabuona notizia, rifacciamo gli ospedali del Lazio - ha dettoZingaretti a margine della presentazione del pacchetto diinterventi per l'edilizia sanitaria - 628 mln di euro diinvestimenti, che provengono da una legge nazionale, che ilLazio aveva utilizzato male o poco, solo il 51

(AGI) - Roma, 21 lug. - Il decreto 232, firmato dal governatoredella regione Lazio Nicola Zingaretti il 15 luglio, hasbloccato i fondi statali previsti dall'ex articolo 20 dellalegge 67/88 per l'edilizia sanitaria, che permette direcuperare i fondi non utilizzati dal 1998 al 2007 perl'ammodernamento delle infrastrutture sanitarie. "Oggi unabuona notizia, rifacciamo gli ospedali del Lazio - ha dettoZingaretti a margine della presentazione del pacchetto diinterventi per l'edilizia sanitaria - 628 mln di euro diinvestimenti, che provengono da una legge nazionale, che ilLazio aveva utilizzato male o poco, solo il 51 per cento deifondi disponibili, mentre l'Emilia Romagna e altre regionierano arrivate al 90 per cento, ora cominciamo anche noi aspenderli". "Abbiamo approvato alcuni giorni fa i pianioperativi - ha aggiunto - vale a dire come vogliamoriorganizzare la rete: ora mettiamo oltre 600 mln di euro perrifare ospedali, case della salute, ristrutturare le retidell'emergenza, intervenire sulla rete psichiatrica che e'quella piu' fragile e piu' debole. "E' un'altra buona notiziaperche' dopo i tagli ora arriva l'ammodernamento - ha concluso- anche per rendere piu' umano oltre che piu' competitivo epiu' qualificato la presenza del cittadino negli ospedali".(AGI)Rmt/Gav