Rifiuti Roma: Bratti (commiss. Ecomafie), ora scelte strategiche

(AGI) - Roma, 11 ott. - "Portare il 90 per cento dei rifiuti di Roma al di fuori...

Rifiuti Roma: Bratti (commiss. Ecomafie), ora scelte strategiche
 Alessandro Bratti a Malagrotta Ama rifiuti discarica

(AGI) - Roma, 11 ott. - "Portare il 90 per cento dei rifiuti di Roma al di fuori del suo territorio e della stessa Regione Lazio comporta dei costi importanti e credo dunque che una riflessione su questo tema vada fatta. Occorrono scelte strategiche". Lo ha detto il presidente della commissione parlamentare d'inchiesta sulle attivita' illecite connesse al ciclo dei rifiuti, Alessandro Bratti (Pd), al termine di un sopralluogo nel sito di Malagrotta nell'ambito dell'indagine della commissione sul ciclo dei rifiuti di Roma. "Qui la discarica e' chiusa (da oltre due anni, ndr) e stop. Ci sono pero' due impianti Tmb e il gassificatore, quindi bisognera' capire non tanto quello che riguarda i due Tmb, che continueranno a funzionare, ma piuttosto cosa si fa del gassificatore", ha spiegato Bratti conversando con i giornalisti. L'esponente dem, che ha visitato gli impianti con gli altri componenti della commissione alla presenza del proprietario, Manlio Cerroni, ha poi reso noto che la commissione visitera' anche gli impianti Ama la prossima settimana, "cosi' avremo un'idea dell'impiantistica romana. Poi - ha continuato Bratti - inizieremo una serie di audizioni con tutti i player privati che gestiscono i rifiuti a Roma. Queste audizioni saranno svolte anche in base alle dichiarazioni di coloro che abbiamo gia' audito, sia dell'amministrazione Marino e dei vertici Ama, sia da parte della sindaca Raggi e dell'assessore Muraro. Ascolteremo anche la Regione, che ha anch'essa un ruolo assolutamente importante in tutta questa operazione, e di nuovo anche Cerroni, che e' stato ed e' ancora un player importante nella gestione dei rifiuti a Roma, al di la' delle sue vicende giudiziarie che sono altrettanto importanti". (AGI)

Rma/Bru