Picchiava in auto la compagna, arrestato dai carabinieri a Roma

(AGI) - Roma, 21 set. - Arrestato in flagranza dai carabinierimentre a bordo della propria auto, che aveva bloccato al centrodella carreggiata, stava picchiando la donna che gli sedevaaccanto, costringendola con la forza a rimanere nella vettura.All'uomo, un 30enne originario di Aprilia, sono staticontestati i reati di sequestro di persona, atti persecutori elesioni personali aggravate. L'episodio e' avvenuto in untratto di via Prenestina, a Roma. I carabinieri della Stazionedi Roma Tor Bella Monaca sono intervenuti su una segnalazionedi un altro militare, effettivo al Comando Carabinieri Bancad'Italia, il quale, libero dal

(AGI) - Roma, 21 set. - Arrestato in flagranza dai carabinierimentre a bordo della propria auto, che aveva bloccato al centrodella carreggiata, stava picchiando la donna che gli sedevaaccanto, costringendola con la forza a rimanere nella vettura.All'uomo, un 30enne originario di Aprilia, sono staticontestati i reati di sequestro di persona, atti persecutori elesioni personali aggravate. L'episodio e' avvenuto in untratto di via Prenestina, a Roma. I carabinieri della Stazionedi Roma Tor Bella Monaca sono intervenuti su una segnalazionedi un altro militare, effettivo al Comando Carabinieri Bancad'Italia, il quale, libero dal servizio, stava percorrendo abordo di uno scooter via Prenestina e aveva assistito allascena. Il carabiniere, subito intervenuto e qualificatosi,aveva intimato all'uomo di scendere dall'autovettura, maquesti, mettendo in moto, aveva accelerato tentando la fuga,per poi essere bloccato dopo un inseguimento di diversecentinaia di metri percorse nel traffico a forte velocita',dallo stesso militare al suo inseguimento a bordo dello scootere dai carabinieri della Stazione di Tor Bella Monaca nelfrattempo sopraggiunti. Soccorsa dai militari e trasportatapresso il pronto soccorso del Policlinico di Tor Vergata, aladonna e' stato riscontrato un trauma cranico da percosse. Dopoalcune ore di osservazione e' stata poi dimessa. Dagliaccertamenti i militari hanno appurato che la coppia avevaallacciato una relazione sentimentale da circa un anno e che,dopo pochi mesi, l'uomo si era subito rivelato violento eossessivo, impedendo alla compagna di uscire e avere altrefrequentazioni e amicizie. Nel mese di luglio numerosi eranostati gli episodi di violenza che la donna non aveva mai avutoil coraggio di denunciare perche' minacciata di morte sino aquel momento in cui, determinata a lasciarlo, lui l'avevainseguita, picchiata e costretta a salire sulla sua autovetturaasserendo di voler solo un ultimo incontro chiarificatore.L'arrestato e' stato quindi trasferito nel carcere di ReginaCoeli. (AGI)Vic