Omicidi a Roma: arrestati autori di 3 omicidi e 3 "gambizzazioni"

(AGI) - Roma, 5 mar. - Sei arresti per 3 omicidi e tre"gambizzazioni". I Carabinieri del Nucleo Investigativo delReparto Operativo del Comando Provinciale di Roma e gli Agentidella Squadra Mobile della Questura di Roma hanno eseguito un'ordinanza di applicazione della custodia cautelare incarcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Roma su richiestadella Procura della Repubblica di Roma - Direzione DistrettualeAntimafia, nei confronti di 6 persone ritenute responsabili, avario titolo, di tre omicidi e tre gambizzazioni, fatti disangue commessi a Roma e provincia nel 2013 e nel 2014. In particolare sono stati

(AGI) - Roma, 5 mar. - Sei arresti per 3 omicidi e tre"gambizzazioni". I Carabinieri del Nucleo Investigativo delReparto Operativo del Comando Provinciale di Roma e gli Agentidella Squadra Mobile della Questura di Roma hanno eseguito un'ordinanza di applicazione della custodia cautelare incarcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Roma su richiestadella Procura della Repubblica di Roma - Direzione DistrettualeAntimafia, nei confronti di 6 persone ritenute responsabili, avario titolo, di tre omicidi e tre gambizzazioni, fatti disangue commessi a Roma e provincia nel 2013 e nel 2014. In particolare sono stati individuati gli autori deiseguenti tre omicidi:omicidio in pregiudizio di Federico DiMeo, assassinato con n. 5 colpi d'arma da fuoco alla testa edal torace, agguato commesso in strada alle ore 11.45 circa del24.09.2013, in Velletri, via Appia Nuova km. 48;omicidio in pregiudizio di Sesto Corvini, assassinato con 5colpi d'arma da fuoco mentre si trovava alla guida del suofurgone, agguato commesso alle ore 08.10 circa del 09.10.2013,in Roma - Casalpalocco, via Nicanore di Alessandria;omicidio di Roberto Musci, assassinato con 5 colpi d'arma dafuoco al capo, alle ore 11.15 circa del 23.01.2014 in RomaCasalotti. Per tale omicidio, nel luglio 2014, i Carabinieridel Nucleo Investigativo avevano gia' arrestato l'esecutoremateriale e ora e' stato individuato anche il mandante deldelitto. Contestati anche tre attentati con armi avvenuti nel 2013con la "gambizzazione" delle vittime. Agli indagati viene contestata anche l'aggravante di cuiall'art. 7 della legge 203/1991 per avere agito avvalendosidelle condizioni di cui all'art. 416 bis c.p. e con il metodomafioso.I dettagli dell'operazione saranno resi noti nel corsodi una conferenza stampa che avra' luogo alle ore 11.00 pressoil Comando Provinciale Carabinieri di Roma in piazza SanLorenzo in Lucina 6, alla presenza del Procuratore Aggiuntodella DDA di Roma, dr. Michele Prestipino.(AGI)Red/Bru