Musica: S. Cecilia, il 21/10 Lugansky apre stagione da Camera

(AGI) - Roma, 19 ott. - Il pianista russo Nikolai Luganskyaprira' dopodomani la stagione di musica da cameradell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia. L'appuntamento e'alle 20.30 nella sala Santa Cecilia dell'Auditorium Parco dellamusica. Considerato tra i piu' importanti pianisti viventi,Lugansky torna a Santa Cecilia per presentare un programma cheimpagina il Preludio, Fuga e Variazioni op. 18 di Franck, laSonata D. 958 di Schubert, i Tre Pezzi Lirici di Grieg e laGrande Sonata di Cajkovskij. Nato a Mosca nel 1972, in unafamiglia di scienziati, Lugansky e' stato allievo della famosapianista e docente

(AGI) - Roma, 19 ott. - Il pianista russo Nikolai Luganskyaprira' dopodomani la stagione di musica da cameradell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia. L'appuntamento e'alle 20.30 nella sala Santa Cecilia dell'Auditorium Parco dellamusica. Considerato tra i piu' importanti pianisti viventi,Lugansky torna a Santa Cecilia per presentare un programma cheimpagina il Preludio, Fuga e Variazioni op. 18 di Franck, laSonata D. 958 di Schubert, i Tre Pezzi Lirici di Grieg e laGrande Sonata di Cajkovskij. Nato a Mosca nel 1972, in unafamiglia di scienziati, Lugansky e' stato allievo della famosapianista e docente Tatiana Nikolaeva e di Sergej Dorenskij,attuale direttore della Scuola Musicale Cajkovskij di Mosca, eha vinto numerosi concorsi internazionali. Collabora conprestigiose orchestre, tra cui l'Orchestre Nationale de France,l'Orchestre de Paris, la Royal Concertgebouw Orchestra, laRotterdam Philharmonic, la City of Birmingham SymphonyOrchestra, la London Philharmonic Orchestra, l'OrchestreFilarmoniche di Monte Carlo, Dresda, Monaco, Tokyo e SanFrancisco Symphonic Orchestra. La lista dei direttorid'orchestra con cui ha suonato annovera, tra gli altri, PaavoBerglund, Riccardo Chailly, Charles Dutoit, Marek Janowski,Neeme Järvi, Vladimir Jurovsky, Emmanuel Krivine, Sir CharlesMackerras, Kurt Masur, Sir Roger Norrington, Sakari Oramo,Mikhail Pletnev, J. Pekka Saraste e Yuri Temirkanov. (AGI)