Immigrati: a Roma la scultura 'Mare Nostrum' di Patrizia Borrelli (2)

(AGI) - Roma, 9 giu. - "Che cos'e' l'Arte nell'attuale tempestadel Contemporaneo che ci attraversa". Questo il titolodell'evento - promosso e organizzato da Antonio Stampete,presidente della Commissione Urbanistica di Roma Capitale -ospitato nella Protomoteca del Campidoglio venerdi' 12 giugno apartire dalle 16.30. A presentare e coordinare l'incontro sara'lo storico dell'Arte, Egidio Maria Eleuteri, mentre aintervenire saranno l'onorevole Stampete e Duccio Trombadori,giornalista e critico dell'Arte che ha scelto alcune opere diPatrizia Borrelli, raccolte in una selezione intitolata "Luce,dentro e fuori; spazio, dentro e fuori". L'artista romana ha realizzato nove dipinti e

(AGI) - Roma, 9 giu. - "Che cos'e' l'Arte nell'attuale tempestadel Contemporaneo che ci attraversa". Questo il titolodell'evento - promosso e organizzato da Antonio Stampete,presidente della Commissione Urbanistica di Roma Capitale -ospitato nella Protomoteca del Campidoglio venerdi' 12 giugno apartire dalle 16.30. A presentare e coordinare l'incontro sara'lo storico dell'Arte, Egidio Maria Eleuteri, mentre aintervenire saranno l'onorevole Stampete e Duccio Trombadori,giornalista e critico dell'Arte che ha scelto alcune opere diPatrizia Borrelli, raccolte in una selezione intitolata "Luce,dentro e fuori; spazio, dentro e fuori". L'artista romana ha realizzato nove dipinti e nove sculturenello spirito del tema suggerito per l'evento, riconoscendoall'Arte la capacita' di "condurre alla realta' di sentimenticontrastanti tra la gioia della luce e il terroredell'oscurita': forse un insperato ponte per sfuggire dallaprigione dell'odio e della violenza in cui siamo confinati"confida all'Avanti!. "L'Arte - continua Borrelli - apre unospazio psichico che annulla i limiti di tempo e spazio che,seppure a volte necessari e rassicuranti, spesso sono i confiniangusti della potenza e liberta' di esprimersi". Borrelli e' autrice di alcune opere apparentemente ispirateai temi sognanti di spazi dentro il mare: "un invito alsurreale potere di vivere dentro spazi profondi, senza limiti -racconta l'autrice - sconosciuti e affascinanti, a volteinquietanti". Ne "Il Resto di niente" l'artista riconducel'attenzione alla distruzione della vita che esprime dissipandosangue verde vivo "con cui si placa il volto cupo del nonamore, individuato nella sopraffazione detta 'femminicidio'.Attorno a questo essere ridotto a uno straccio abbandonato -precisa Borrelli - c'e' pero' un'aura luminosa che conferma cheforse non basta distruggere il corpo". Ma c'e' anche un mareraffigurato in modo festoso, con le danze tra le onde e i tuffigioiosi che si possono osservare nel dipinto dal titolo "Dallasuperficie al profondo". Tra sole e spuma. L'acqua viene quiintesa come "liberta' dei corpi dentro e fuori nellaluce".(AGI)Mal