Estate romana: Villa Ada 'occupata', protesta ambientalisti

(AGI) - Roma, 16 giu. - Scatta la protesta control''occupazione' di Villa Ada per la realizzazione dellamanifestazione dell'Estate romana "Villa Ada incontra ilmondo". L'associazione 'Leprotti di Villa Ada', segnala cheanche quest'anno, dal punto di vista ambientale, il parco e laviabilita' circostante "saranno messe a dura prova. La riprovane e' l'autoarticolato che stamattina e' rimasto incastratoall'interno dei viali della Villa nella parte bassa conconseguente danneggiamento di alcune siepi, le autovettureprivate dell'organizzazione parcheggiate all'interno dellaVilla, la privatizzazione, oltre che dell'isolotto, sedeabituale della manifestazione, di ampie porzioni della villa.Addirittura la parte

Estate romana: Villa Ada 'occupata', protesta ambientalisti

(AGI) - Roma, 16 giu. - Scatta la protesta control''occupazione' di Villa Ada per la realizzazione dellamanifestazione dell'Estate romana "Villa Ada incontra ilmondo". L'associazione 'Leprotti di Villa Ada', segnala cheanche quest'anno, dal punto di vista ambientale, il parco e laviabilita' circostante "saranno messe a dura prova. La riprovane e' l'autoarticolato che stamattina e' rimasto incastratoall'interno dei viali della Villa nella parte bassa conconseguente danneggiamento di alcune siepi, le autovettureprivate dell'organizzazione parcheggiate all'interno dellaVilla, la privatizzazione, oltre che dell'isolotto, sedeabituale della manifestazione, di ampie porzioni della villa.Addirittura la parte prospiciente l'ingresso, per la quale lanostra Associazione proprio domenica scorsa ha realizzato unacorsa di beneficenza finalizzata alla piantumazione dei ciliegiche fino a venti anni fa ornavano la zona, adesso e' inibitaalla frequentazione dei cittadini".

La manifestazione negli anni si e' ingrandita talmente adismisura che la pressione ambientale, prosegue l'Associazione,"e', a nostro giudizio, divenuta ormai insostenibile per VillaAda (basti pensare ai prati che non ricrescono piu', alle siepidivelte e non piu' ripristinate, all'impatto acustico, allepolveri ed emissioni provocate dalle autovetture e mezzidell'organizzazione), senza pensare alla viabilita' della zona,carente in termini di accesso e parcheggi, divenutaproblematica. Proprio a settembre dell'anno scorso la nostraAssociazione, temendo un nuovo scempio quest'anno, avevarichiesto ai vertici dell'Amministrazione Capitolina, Sindaco,Assessore all'Ambiente e Presidente del II Municipio, divalutare la possibilita' di "delocalizzazione" di tale evento.Nessuna risposta "concreta" in tal senso, solo generiche"assicurazioni" e condivisione delle problematiche sollevate".(AGI)Red/Mot



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it