Estare romana: a 'Gasometro 2016' settimana di teatro e musica

(AGI) - Roma, 11 lug. - Prima settimana di programmazione per il "Gasometro 2016...

Estare romana: a 'Gasometro 2016' settimana di teatro e musica
 Gasometro 2016 - fb

(AGI) - Roma, 11 lug. - Prima settimana di programmazione per il "Gasometro 2016", il grande evento dell'Estate Romana, al suo quarto anno di vita. Tra gli ospiti piu' attesi della settimana, calcheranno il palco del grande spazio culturale anche Valerio Aprea e Maria Letizia Gorga. Per la musica da non perdere i live di domani con i Cheersplay e di mercoledi' 13 con i Liquid Move Project Feat. Marco Villan. Due, inoltre, gli appuntamenti per gli amanti del teatro "off". E poi, ogni sera, il divertimento e la musica del Borgo e del Faro. La Riva Ostiense torna cosi' ad essere il punto di riferimento dell'estate capitolina, ma in una veste totalmente nuova, all'aperto, con spazi ampliati e asfaltati. Circa cento gli appuntamenti totali, che si alterneranno tutti i giorni, per tutta la stagione calda, fino a sabato 17 settembre, dalle 18,30 fino alle 4 del mattino. 'Gasometro 2016' offrira' cosi' divertimento e cultura fra teatro, cinema, spettacoli, musica live, dancefloor, sport, arte. Si parte dal teatro, mercoledi' 13 arriva Valerio Aprea in "Racconti di Trascurabile felicita'", reading su testi di Francesco Piccolo musicato dal vivo su testi di uno dei piu' affermati scrittori e sceneggiatori italiani. Istantanee di esistenza quotidiana, lampi di condivisione, segreta osservazione dell'infinitesimale, per una, non solo, comica perlustrazione nell'intimo di ognuno di noi. Giovedi' 14, invece, Maria Letizia Gorga nel recital concerto "Senza Confini", con l'accompagnamento al pianoforte di Stefano De Meo. E' un viaggio,un colloquio intimo tra poesia e musica capace di farsi ponte tra le varie lingue e culture. La canzone si fa memoria,evocazione,dialogo. I versi poetici ideale raccordo tra parola e suono. Maria Letizia Gorga racconta in musica la donna, la vita, l'amore in un filo che unisce luoghi e tempi diversi, cantando il meraviglioso singolare femminile nel pianeta dell'anima. Biglietto unico 10 euro.
Venerdi' 15 "Come il mare io ti parlo", da un'idea di Giovanni Auletta e a cura di Giuseppe Marini, con i testi di Gabriele D'Annunzio e le musiche di Francesco Paolo Tosti. Non e' solo un concerto, ma un viaggio nel 'sogno' dannunziano attraverso le sue liriche e un breve accenno ad uno dei rapporti piu' controversi della prima meta' del Novecento: la relazione d'amore tra la Duse e D'Annunzio: un amore tormentato, sviluppato in un rapporto di dipendenza reciproca, vissuto con profondo senso dell'assoluto e dell'abbandono al sentimento amoroso, di cui ci resta un copioso carteggio. Per quanto riguarda il Teatro Off, appuntamento domani alle 21,15 con la Compagnia Teatro Forsennato, che presenta "Le figurine mancanti del 1978" con Dario Aggioli e Daniele Giuliani. Due ?gure raccontano due eventi all'apparenza molto distanti. Un bambino racconta i mondiali che si svolgono in Argentina. A lui interessa solo il gioco del calcio e non vede quello che c'e' intorno, vuole rimanere bambino e da tale si comporta: come tutto il resto del mondo pensa solo alle partite e al momento in cui la coppa sara' levata al cielo. Un altro bambino racconta il dramma della dittatura e dei desaparecidos. Lui vede quello che c'e' intorno e per questo non vuole piu' giocare. Come si puo' giocare per una nazione sconvolta dalla dittature e desiderare di alzare la Coppa del Mondo nel proprio paese. Argentina'78. Molte ?gurine ce l'ho, alcune son doppioni, altre desaparecidos.Domenica 17 c'e' "Mozza", diretto e interpretato da Claudia Gusmano. A che cosa pensate quando osservate il mare? Il mare sa essere allo stesso tempo infinto, poetico, misterioso, accogliente, magico, attirando a se' l'uomo portandolo a vivere una simbiosi emotiva e spirituale con esso. "Mozza "e' una storia d'amore della protagonista con il mare, con la sua famiglia e con Madre Natura. "Mozza" ha la forza narrativa de "Il vecchio e il mare" in chiave femminile, coinvolge per la determinazione come il capitano Achab e affascina per la sensibilita' come il naufrago di Castway. Mozza e' una donna libera, pulita, sensibile che ha scelto con coraggio come vivere la sua vita e non accetta compromessi. Ama la vita, rispetta il mare, crede in Dio e diffida invece degli uomini. E'da sola sulla sua barca, ma puo' contare sulla presenza di un rumoroso gabbiano come confessore delle sue paure e segreti e privilegiato spettatore dei ricordi d'infanzia della ragazza con l'amato nonno. 
Quanto alla musica, due i locali di riferimento per il divertimento della notte, la cui programmazione abbraccia animazioni gia' note al pubblico romano (e non solo), quello amante dei club e della buona musica. La programmazione del Faro abbraccia tutti i tipi di musica, dall'underground a quella emergente, sino ad una serata ad hoc dedicata agli anni Duemila. Tra le date da non perdere, come detto i concerti live di domani con i Cheersplay e del 13, con i Liquid Move Project Feat. Marco Villan. La location si trova su Riva Tevere Ostiense: si accede da via del Porto Fluviale e dal Ponte della Scienza. L'ingresso e' sempre libero, eccetto per gli spettacoli teatrali, dalle 18,30 in poi. Soltanto il venerdi' e il sabato, da mezzanotte in poi, a cinque euro. Ulteriori informazioni su www.gasometro.it e sulla relativa pagina Facebook. Al Faro domani 'Can you feel it', il nuovo format che ospitera' i migliori dj producer underground della scena italiana (ingresso libero); mercoledi' 'Rum', un progetto nato nel 2011 con l'idea di incentivare la diffusione della cultura musicale ed artistica emergente. Il progetto prende piede dando spazio a oltre 100 artisti. Dalle 22 fino alle 4. Giovedi' e' la volta di 'Forever young', che animera' la rassegna per il 4^ anno di fila, con i djset di Luca Prest e Junky, e il photoset di Matteo Cavalieri (ingresso libero). Venerdi' e' la volta di 'Smash', il cui punto di forza e' da sempre la versatilita' e la poliedricita', con sonorita' che fondono attualmente Disco, G-House e Deep in una sala e Hip-Hop, Trap e Rock nella seconda. Al sabato 'Festiva 2000', la nuova formula musicale dell'estate, all'insegna degli anni piu' giovani, quando tutto era sfarzoso e scintillante, gli anni 2000. Quanto alla programmazione del Borgo, giovedi' 'Yav', l'appuntamento con musica vintage di stampo indie, wave, dance, mash-up, ma anche electro e pop, mentre venerdi' ecco 'La Congrega', che intende il divertimento come un'esperienza ultra-sensoriale, fashion, Clubbing & style, e il sabato c'e' 'Fare festa', l'appuntamento dove Soul, Punk e Reggae vengono rivisitati da giovani artisti, attraverso melodie, ritmi travolgenti e il calore di sax, trombe, chitarre, bassi e percussioni. (AGI)
Vic