Sanita': Tondo, regione consideri preoccupazioni professionisti

(AGI) - Trieste, 11 giu. - "Ritengo che le riforme in generepossono anche essere ne' buone ne' cattive in se', ma dipendanodalla governance che si riesce o meno a sviluppare, dallacapacita' di far sentire il sistema che si vuole riformarepartecipe del processo innovativo. Il caso dell'AziendaOspedaliero-Universitaria di Udine, conseguenza della fusionetra ex Ospedale e Policlinico Universitario, rappresenta uno diquei casi in cui la voce del sistema non puo' essere elusa".Cosi' Renzo Tondo, capogruppo di Autonomia Responsabile inConsiglio regionale. "Credo sia sbagliato - aggiunge - nontener conto delle preoccupazioni dei professionisti

(AGI) - Trieste, 11 giu. - "Ritengo che le riforme in generepossono anche essere ne' buone ne' cattive in se', ma dipendanodalla governance che si riesce o meno a sviluppare, dallacapacita' di far sentire il sistema che si vuole riformarepartecipe del processo innovativo. Il caso dell'AziendaOspedaliero-Universitaria di Udine, conseguenza della fusionetra ex Ospedale e Policlinico Universitario, rappresenta uno diquei casi in cui la voce del sistema non puo' essere elusa".Cosi' Renzo Tondo, capogruppo di Autonomia Responsabile inConsiglio regionale. "Credo sia sbagliato - aggiunge - nontener conto delle preoccupazioni dei professionisti sanitari e,a mio avviso, bene farebbe l'assessore Telesca ad avere unatteggiamento di maggiore ascolto anziche' apparire stupita diun tanto, tenendo conto che alla insoddisfazione dei medici edei primari si associa quella degli infermieri". "I medici egli infermieri, da diversi punti di vista - precisa Tondo -illustrano una situazione che potremmo definire complessa, inragione di una conflittualita' istituzionale e organizzativache non puo' essere liquidata come frutto di polemiche estrumentalizzazioni ingiustificate". "Premetto ovviamente checondivido la politica del contenimento dei costi, tanto che,nella mia proposta di legge bocciata dalla maggioranza, avevoprevisto l'emanazione di linee di indirizzo per ridurre leattuali Strutture Operative Complesse (Soc) e Semplici (Sos),secondo le funzioni svolte. Le linee avrebbero aperto, nellesedi istituzionali opportune, un tavolo di confronto con lediverse rappresentanze, che se ascoltate avrebbero sicuramentemitigato alcune difficolta'". (AGI)Ts1/Vic